No 1

Mermillod, Gaspard

nascita 22.9.1824 Carouge (GE), morte 23.2.1892 Roma, catt. Figlio di Jacques, panettiere e oste, e di Pernette Mégard. Frequentò il seminario minore di Chambéry e, dal 1841, il collegio gesuita Saint-Michel e il seminario maggiore a Friburgo. Ordinato sacerdote nel 1847, fu vicario della chiesa di S. Germano a Germain a Ginevra. Le sue spiccate capacità retoriche si manifestarono durante viaggi a Parigi e in altre diocesi franc., destinati alla raccolta di fondi per la costruzione di una nuova chiesa a Ginevra. Dal 1857 al 1864 fu parroco rettore della chiesa di Notre-Dame. Arciprete e parroco a Ginevra (1864), lo stesso anno fu nominato vescovo titolare di Hebron e ausiliario del vescovo Etienne Marilley, con residenza a Ginevra; il 25.9.1864 venne ordinato vescovo da Pio IX a Roma. L'affidamento a M. della giurisdizione sul cant. Ginevra da parte di Marilley fu considerato, nel contesto del Kulturkampf, il primo passo verso la costituzione di una nuova diocesi senza il benestare delle autorità statali. La diffidenza del governo radicale di Ginevra nei suoi confronti si rafforzò ulteriormente di fronte al deciso appoggio di M. all'infallibilità papale durante il Concilio Vaticano I. Nella sua nomina a vicario apostolico (16.1.1873) le autorità ginevrine videro una violazione della Costituzione, ragione per cui lo espulsero dalla Svizzera (17.2.1873). M. continuò a guidare i suoi fedeli dalla località di frontiera di Ferney. Nel 1883 fu nominato vescovo di Losanna e Ginevra, nel 1890 cardinale. Sviluppò molto presto una marcata sensibilità per le questioni sociali. Tra il 1884 e il 1889 presiedette l'Unione catt. di studi sociali ed economici (meglio nota come Unione di Friburgo), da lui fondata, che contribuì all'elaborazione dell'enciclica sociale Rerum novarum di Leone XIII. Riconobbe pure l'importanza della stampa, che sostenne nello spirito dell'ultramontanismo.


Bibliografia
– Gatz, Bischöfe 1803, 501-504
HS, I/4, 179-183

Autrice/Autore: Victor Conzemius / ato