Cournillens

Ex com. FR, distr. Lac, dal 1997 unito al com. di Misery-Courtion; (1000/31: Corlingino; 1228 Curlinin; antico nome ted.: Kurlin). Villaggio francofono situato sulla frontiera linguistica e caratterizzato da insediamento sparso dell'abitato. Pop: 234 ab. nel 1811, 251 nel 1850, 321 nel 1900, 328 nel 1930, 309 nel 1950, 264 nel 1990. Un castello Ŕ menz. nel 1393. Nel 1228 Rodolfo di NeuchÔtel infeud˛ a quattro patrizi friburghesi la decima di C., che divenne progressivamente proprietÓ di Friburgo. Numerose fondazioni e acquisizioni appartenevano al convento di Hauterive e all'H˘pital des Bourgeois. I Bernesi incendiarono C. durante la guerra di Laupen (1339). Fino al 1798 il com. fece parte delle Anciennes Terres ("bandiera" dell'H˘pital), del distr. di Avenches fino al 1803, poi di quello di Friburgo fino al 1848. Dalla metÓ del XV sec. ca. Ŕ attestata la dipendenza del com. dalla parrocchia di Courtion. La cappella di S. Leodegario corrisponde probabilmente al santuario che Rodolfo III di Borgogna cedette nel 1000/1031 al convento di Saint-Maurice; restaurata e completata con un eremo nel 1466, divenne meta di pellegrinaggio. Dal 1495 esiste un regolamento com., dove dal 1645 si menz. la presenza di un balivo (gouverneur). Tra il 1848 e il 1988 nella localitÓ aveva sede la corte di giustizia e pace del primo circ. del distr. del Lac. Nel 1862 si procedette ai lavori di bonifica delle paludi. L'economia del villaggio Ŕ caratterizzata dall'allevamento, dalla foraggicoltura e dalle cerealicolture.


Bibliografia
MAS FR, 4, 1989, 113-132

Autrice/Autore: Marianne Rolle / pcr