19/05/2009 | segnalazione | PDF | stampare

Langnau am Albis

Com. ZH, distr. Horgen; (1101-1150: Langenow, secondo una copia del XIV sec.; 1133-67: Langenouw). Appartenente all'agglomerato di Zurigo, comprende il villaggio di L. e fattorie a Rängg e sull'Albis. Pop: 60-70 ab. nel 1467, 315 nel 1634, 395 nel 1671, 577 nel 1725, 655 nel 1809, 1108 nel 1836, 1197 nel 1850, 1912 nel 1900, 1749 nel 1941, 2290 nel 1950, 4879 nel 1970, 6595 nel 2000. I primi insediamenti di una certa consistenza risalgono al XII sec. Nel 1397 a L. è attestata un'org. di villaggio; L. e Rängg vengono cit. insieme per la prima volta in un decreto del 1588 volto a limitare l'accesso alla cittadinanza. Ciononostante nel tempo rimase la consapevolezza delle antiche partizioni: all'interno della parrocchia gli incarichi venivano attribuiti secondo un determinato ordine di rotazione. Sullo stemma com. creato nel XX sec. sono rappresentate in forma simbolica le tre parti del com.: L., Rängg e Albis.

Fino a XIX sec. inoltrato l'economia del com. fu incentrata sull'agricoltura (economia lattiera e pastorizia). L'apertura della filatura di L. (1827-1985), una delle maggiori imprese sviz., segnò una svolta importante. La costruzione del canale della fabbrica alterò l'aspetto della zona attorno alla Sihl, dove sorsero nuove abitazioni. Sul piano ecclesiastico, L. fece capo alla parrocchia di Thalwil. Attorno al 1700 si manifestarono le prime aspirazioni a creare una comunità parrocchiale autonoma, e di conseguenza una scuola com.; le trattative si conclusero positivamente nel 1711, quando venne costruita la chiesa. Prima del 1798 L. era un com. esclusivamente rif., ma nel XIX sec. l'appartenenza confessionale e l'origine della pop. mutarono: nel 1900 la percentuale di catt. era salita al 26% e quella di stranieri all'11%, mentre quella degli ab. attinenti del com. era scesa al 19%. Nel 1863 nel sottotetto della filatura fu allestita una cappella catt. e nel 1880 fu costituita la parrocchia catt. di L.-Gattikon. Le patenti per esercenti, ancora sei nel 1830 ca., nel 1900 avevano raggiunto il numero record di 20. Particolare importanza rivestono la fabbrica di ferramenta Schneider, fondata nel 1953, e il centro per sordociechi (a L. dal 1990).

L'apertura della strada del passo dell'Albis non ebbe praticamente alcuna ripercussione sull'aspetto del villaggio, dato che il traffico transitava sopra L. Anche la ferrovia della valle della Sihl (1892), utilizzata dagli ab. di Zurigo per raggiungere mete di escursione (parco faunistico di Langenberg dal 1874, Sihlwald, Albis), ma non per recarsi a L., ebbe inizialmente un'influenza limitata sul com., se si eccettua il raccordo ferroviario della filatura. Nemmeno la costruzione della strada della valle della Sihl incise sulla configurazione dell'insediamento. Tuttavia dal 1960 i buoni collegamenti (A3, ferrovia della valle della Sihl integrata nella rete del centro urbano) favorirono la trasformazione di L. in un com. dell'agglomerato urbano di Zurigo con grandi case d'affitto nel fondovalle e case unifam. nella parte superiore del villaggio.


Bibliografia
Langnauerpost, fasc. 1-, 1952-
– P. Trüeb, 250 Jahre Kirche Langnau am Albis 1711-1961, 1961
– AA. VV., 100 Jahre Pfarrkirche St. Marien Langnau-Gattikon, 1977
– AA. VV., Langnau am Albis, vol. 1-, 1984-

Autrice/Autore: Heinzpeter Stucki / frm