15/02/2012 | segnalazione | PDF | stampare | 

Rossens (FR)

Com. FR, distr. Sarine, all'estremità settentrionale del lago della Gruyère, che dal 1972 comprende Illens; (1162: Rossens; antico nome ted.: Rossing). Pop: 256 ab. nel 1811, 309 nel 1850, 381 nel 1900, 378 nel 1950, 399 nel 1970, 1114 nel 2000. Sono stati rinvenuti tumuli della cultura di Hallstatt. Nel XII sec. R. fece parte della signoria di Pont. Venduto nel 1482 a Friburgo ("bandiera" della Neuveville), il villaggio fu incorporato nel baliaggio di Pont, nel distr. di Friburgo (dal 1798) e poi in quello di Farvagny (1803-48). Nel 1870 R. si separò da Farvagny per costituire una parrocchia autonoma, che dal 1875 comprende anche Illens. Una cappella intitolata a S. Antonio è attestata nel XV sec. La nuova cappella fu costruita nel 1696, la chiesa parrocchiale di S. Giuseppe nel 1874. Lo sbarramento di R. venne realizzato nel 1944-48, l'autostrada A12 aperta nel 1981. Nel com. si sono insediate una fabbrica di orologi, creata nel 1956 (Girard Dubois SA, rilevata da Monorex SA, 1964-1981, poi da Sokymat SA, Reznicek & Hlach SA e, nel 2007, da Magtrol SA, test di motori e sensori), la Audio Film SA nel 1970 (fallita nel 1994) e la Condis SA nel 1973 (condensatori, oggi Maxwell Technologies). Nel 2005 il settore secondario forniva il 56% dei posti di lavoro nel com.


Bibliografia
– R. Ayer, Journal villageois de Rossens, agosto 1985 (n. spec.)
– AA. VV., La construction du barrage de Rossens, 1988

Autrice/Autore: Marianne Rolle / cmu