No 2

Bacciarini, Aurelio

nascita 8.11.1873 Lavertezzo,morte 27.6.1935 Sorengo, catt., di Lavertezzo. Figlio di Michele, mugnaio e proprietario di un piccolo negozio, e di Maria Sciarini. Di condizioni modeste, studi˛ al seminario minore di Barlassina (presso Milano) e ai seminari maggiori di Lugano, Milano e Monza. Dottore in teol., profess˛ i voti nel 1897. Fu parroco ad Arzo (1897-1903) e assistente spirituale del seminario minore di Pollegio (1903-06). Nel 1906 entr˛ nella congregazione dei Servi della caritÓ; fu poi parroco a Roma (S. Giuseppe al Trionfale, 1912), nonchÚ superiore ad interim (1915) e poi titolare (1921-24) dei Servi della caritÓ. Nominato amministratore apostolico del Ticino e vescovo titolare di Daulia il 12.1.1917, fu consacrato a Roma il 21.1. BenchÚ di salute cagionevole, B. osserv˛ una rigida disciplina e lavor˛ instancabilmente dedicandosi in particolare al rinnovo spirituale della diocesi luganese, ponendo l'accento sul rispetto degli obblighi religiosi e sulla devozione tradizionale. Promosse inoltre la nascita di ass. e sindacati catt. sul modello dell'Azione catt. Nel 1926 fond˛ il quotidiano Giornale del Popolo. Dal 1947 Ŕ in atto il processo di beatificazione.


Bibliografia
HS, I/6, 259-264
– C. Ferrari, Il pastore, la vittima, il regno, 1996

Autrice/Autore: Pierre Surchat / vfe