Pierrafortscha

Com. FR, distr. Sarine; (1267: Pierraforchia; 1277: Bevrechie; antico nome ted.: Perfetschied). Situato sul confine linguistico, tra la Sarina e la Gérine, fu fondato nel 1832 riunendo otto frazioni, fra cui P., Villars-sur-Marly, Granges-sur-Marly e La Schürra. Pop: 146 ab. nel 1811, 187 nel 1850, 185 nel 1900, 242 nel 1950, 136 nel 2000 (28% di ab. di lingua ted.). È stato rinvenuto un abitato mesolitico in prossimità del masso erratico della cosiddetta pietra forcuta. Nel 1995 è stata portata alla luce una fibbia di cintura in bronzo, che lascia supporre la presenza di un cimitero dell'alto ME. La tenuta di P., appartenuta agli Hattenberg e agli Zirkels (o Cirquilez) nel XIII sec, divenne progressivamente proprietà del convento di La Maigrauge e lo restò fino al XIX sec. P. fece parte delle Anciennes Terres ("bandiera" del Bourg) al più tardi dal 1442, poi del distr. di Friburgo (1798-1848). Fece sempre capo alla parrocchia di Marly. Il com. comprende sette tenute signorili (con le relative residenze di campagna e sei cappelle, di cui la più antica è stata sconsacrata) che sono rimaste per lo più nelle mani di proprietari terrieri (fra cui i de Boccard, von Diesbach e de Weck); P. ha così conservato il suo carattere rurale e il suo patrimonio architettonico.


Bibliografia
Freiburger Nachrichten, 25.3.1986
– P. F. Kopp, «Herren/Bauern - Stadt/Land: Der Wandel zwischen 1798 und 1848 am Beispiel von Pierrafortscha», in FGB, 75, 1998, 7-34
– P. F. Kopp, Terres: seigneurs-propriétaires et paysans-fermiers entre Gérine et Gottéron, 2008, 16-32

Autrice/Autore: Marianne Rolle / frm