Granges-Paccot

Com. FR, distr. Sarine, situato a nord di Friburgo, sulla riva sinistra della Sarina; (1317: Grangiarum ante la mota dicti castri, ted. Zur Schüren). Pop: 167 ab. nel 1811, 180 nel 1850, 311 nel 1900, 480 nel 1950, 1303 nel 1970, 2042 nel 2000. Nel ME le "grange" presero il nome delle fam. cui appartenevano. Nel XIII sec. esse formavano con Givisiez una signoria detenuta dalla fam. d'Englisberg, che vi possedeva un castello, e in seguito passarono ai de Billens, che nel 1317 le vendettero all'ospedale di Friburgo. Nel XVI sec. il possedimento era gestito dai Paccot, giunti probabilmente da Cournillens. Composto da una decina di insediamenti sparsi, G. comprendeva alcune aziende agricole e un mulino. In epoca moderna, le fam. del patriziato cittadino friburghese trascorrevano a G. il periodo estivo. Nel 1793 il villaggio si separò da Givisiez, con cui formava un'unica parrocchia e dal quale continuò a dipendere sul piano ecclesiastico, e divenne un com. autonomo. Dal 1808 la costruzione della strada di collegamento fra il nuovo distr. friburghese di Morat e il capoluogo rafforzò la posizione di G., che poté così conservare le proprie terre, cui ambivano Friburgo e Givisiez. Nel XIX sec. la condizione di debolezza del com. risultò tuttavia evidente al momento della costruzione delle ferrovie: benché attraversato da due linee (che comportarono anche la costruzione del ponte di Granfey nel 1862), G. non riuscì a ottenere alcuna stazione. La scuola elementare, a lungo condivisa con Givisiez, dove precedentemente era situata, divenne il simbolo dell'identità com. di G., che inaugurò il proprio edificio nel 1906. Nella seconda metà del XX sec. l'urbanizzazione ha trasformato gli insediamenti sparsi, dove un tempo si praticavano attività agricole, in luoghi dall'architettura contemporanea. L'autostrada A12, che dal 1977 taglia G. in due parti, ha frenato lo sviluppo della politica residenziale del com., ma ha favorito l'insediamento di grandi superfici commerciali e di industrie. Ospitando Forum-Friburgo, centro di esposizioni e conferenze, G. ha contribuito in modo determinante alla nascita dell'agglomerazione friburghese.


Bibliografia
– M. Nicoulin, Granges-Paccot corps et âmes, 2004

Autrice/Autore: Martin Nicoulin / cpi