Givisiez

Com. FR, distr. Sarine, confinante con Friburgo e comprendente fino al 1793 Granges-Paccot; (1142: Juvinsie; fino all'inizio del XIX sec.: Juvisy; antico nome ted.: Siebenzach). Pop: 125 ab. nel 1811, 151 nel 1850, 193 nel 1900, 480 nel 1950, 1009 nel 1980, 1775 nel 1990, 2291 nel 2000. Sono state rinvenute tracce di un'occupazione preistorica e rovine di un modesto insediamento galloromano. Feudo dei signori d'Estavayer, poi dei d'Eglisberg, nel 1290 G. divenne proprietÓ di facoltosi membri del patriziato cittadino di Friburgo. Nel XV sec. pass˛ ai d'Affry, che vi costruirono un maniero (1539), oggi sede di una casa per anziani. Altri due castelli, quello di Boccard (XVII sec.) e un secondo maniero dei d'Affry (1703) sono ancora in mano privata. Annesso alle Anciennes Terres ("bandiera" di La Neuveville) durante l'ancien rÚgime, G. fece in seguito parte del distr. di Friburgo (1798-1848). Menz. dal 1228, la parrocchia di G., che ancora oggi comprende Granges-Paccot, fece erigere la prima scuola della localitÓ nel 1812. Nel corso del XIX e del XX sec. fu ampliata la rete stradale (Friburgo-Belfaux e Friburgo-Corminbœuf) e venne costruita la ferrovia (linee Friburgo-Payerne, 1876, e Friburgo-Morat, 1903). All'inizio del XX sec. l'arrivo di religiose franc. in seguito alle leggi Combes determin˛ un forte aumento della pop. Nel 1951 il com. fu uno dei primi a istituire un piano regolatore, le cui direttive di massima, riprese nel 1978 e nel 1997, garantirono uno sviluppo coerente e in armonia con la crescita dell'agglomerato urbano di Friburgo. Il piano prevedeva una zona industriale, una rete autostradale, un consorzio intercom. per il rifornimento idrico (1963), la creazione di posti di lavoro (nel 2000 l'offerta totale era di ca. 3000 impieghi) nell'industria, nel commercio e nell'amministrazione, l'ampliamento del centro scolastico (1978, 1992), impianti sportivi e istituzioni culturali (ThÚÔtre des Osses, aperto nel 1979, a G. dal 1990) e la pianificazione di zone residenziali. Il com. include inoltre una vasta area costituita da terreni agricoli e foreste, pensata come polmone verde per una pop. sempre pi¨ eterogenea (oltre un quinto di cittadini stranieri nel 2004) e in forte crescita.


Bibliografia
P'tit Givi, 1996-
La LibertÚ, 15.4.2004

Autrice/Autore: Georges Andrey / frm