Estavayer-le-Gibloux

Ex comune FR, distretto Sarine, dal 2003 al 2015 formò con Rueyres-Saint-Laurent, Villarlod e Villarsel-le-Gibloux il comune di Le Glèbe, integrato nel 2016 nel nuovo comune di Gibloux; (1157/62: Estavaiet; 1227: Staviolum sous Jublor; antico nome ted. Stäffis am Gibel). Il villaggio è discosto dai grandi assi di traffico. Pop: 153 ab. nel 1672, 178 nel 1811, 244 nel 1850, 260 nel 1900, 313 nel 1920, 263 nel 1950, 118 nel 1990, 150 nel 2000. Nel 1903 fu scoperta una villa romana. E. faceva parte della signoria di Pont; fu poi integrato al baliaggio di Pont nel 1482, a quello di Farvagny nel 1617, e ai distr. di Romont nel 1798 e di Farvagny nel 1803. I signori de Billens e i conti de Gruyère, l'ospedale di Nostra Signora e la confraternita maggiore di Friburgo erano proprietari della decima di E. La parrocchia è menz. nel 1228 (un curato già nel 1157/62) e raggruppava Rueyres-Saint-Laurent, Villarsel e Villarlod; nel 1513 fu incorporata al capitolo di S. Nicola, che vi esercitava il diritto di collazione, detenuto nel XV sec. dal vescovo di Losanna. La chiesa, cit. nel 1227, dedicata a S. Clemente, fu ricostruita tra il 1842 e il 1847. Nella località, che ha conservato il proprio carattere rurale, vengono praticati l'allevamento e la foraggicoltura (nel 2000 più di un quarto della pop. attiva era impiegata nel settore primario).


Bibliografia
– Deillon, Dict., 5-6, 98-117

Autrice/Autore: Marianne Rolle / pcr