05/03/2009 | segnalazione | PDF | stampare | 

Corserey

Com. FR, distr. Sarine; (1150-1162: Corserei). Pop: 162 ab. nel 1811, 148 nel 1831, 172 nel 1850, 232 nel 1900, 234 nel 1950, 186 nel 1970, 262 nel 2000. Conon d'Estavayer donò all'abbazia di Hauterive tutto il feudo di Philippe de Cottens, fra cui alcuni beni a C. (1150-62). Nel 1270 Guillaume de Montagny vendette i villaggi di Prez e di C. a Aymo de Prez. La piccola signoria di C. appartenne ai Montagny, Prez, Balmis, Avenches, Champion, Pavilliard, Roberti, Billens, tutte fam. vassalle dei Savoia. Il villaggio fu incendiato dai Friburghesi nel 1448 durante la guerra contro i Savoia. Nel 1515 l'abbazia di Payerne acquisì la maggior parte dei diritti su C., di cui una parte fu acquistata da Friburgo nel 1526, l'altra da Pierre Amman, cittadino di Friburgo, nel 1535. In seguito l'insieme dei possedimenti divenne baliaggio, riunito a quello di Montagny nel 1585. C. appartenne ai distr. di Payerne (1798-1803), Montagny (1803-15) e Friburgo (1815-48). Sul piano spirituale C. dipese dalla parrocchia di Prez. La cappella dedicata a S. Silvestro fu costruita verso il 1440-59. Nel 1513 venne istituita la cappellania, vacante dal 1600 ca. al 1832. La chiesa di S. Pietro, costruita nel 1895, divenne parrocchiale nel 1900. Nel villaggio prevalgono la produzione lattiera e le colture cerealicole.


Bibliografia
– Dellion, Dict., 9 sg., 222-237
– J. Niquille, «Les baillis de Corserey», in Ann. frib., 19, 1931, 96-99
– S. Jäggi, Die Herrschaft Montagny, 1989

Autrice/Autore: Marianne Rolle / mfe