Bülach (baliaggio, distretto)

Consulti questa voce sul nuovo sito web del DSS (versione Beta)

Baliaggio (Vogtei, poi Obervogtei) fino al 1798, distr. dal 1831. La zona di B. faceva parte di un aggregato signorile che i baroni di Tengen (presso Eglisau) si erano costituiti su entrambe le rive del Reno. Nel 1376 Johannes von Tengen vendette il baliaggio e il villaggio di B. al margravio Otto von Hachberg; nel 1384 il duca austriaco Leopoldo III acquistò la zona e concesse a B. una carta di franchigia. A quell'epoca la giurisdizione balivale si estendeva anche a borghesi esterni di B. nei villaggi di Bachenbülach, Oberglatt, Niederhasli e Mettmenhasli. Nel 1409 l'Austria diede in pegno il baliaggio alla città di Zurigo, che dal 1412 al 1798 l'amministrò come proprio baliaggio (Obervogtei); le sue dimensioni vennero ridotte quando anche la contea di Kyburg divenne possedimento zurighese (1424). Il nucleo centrale era costituito dal territorio cittadino di B., com. esterni erano Bachenbülach e le due frazioni di Niederflachs e Nussbaumen. Molto più esteso del baliaggio, soppresso all'epoca dell'Elvetica, è il distr. amministrativo odierno, creato durante la Rigenerazione (1831): vi sono compresi soprattutto com. situati a est della Glatt, da Wallisellen fino al Reno e ancora più a nord (nel Rafzerfeld).


Bibliografia
– W. Hildebrandt, Bülach, 1967 (19852)

Autrice/Autore: Martin Illi / vfe