19/02/2003 | segnalazione | PDF | stampare | 

Bülach (baliaggio, distretto)

Baliaggio (Vogtei, poi Obervogtei) fino al 1798, distr. dal 1831. La zona di B. faceva parte di un aggregato signorile che i baroni di Tengen (presso Eglisau) si erano costituiti su entrambe le rive del Reno. Nel 1376 Johannes von Tengen vendette il baliaggio e il villaggio di B. al margravio Otto von Hachberg; nel 1384 il duca austriaco Leopoldo III acquistò la zona e concesse a B. una carta di franchigia. A quell'epoca la giurisdizione balivale si estendeva anche a borghesi esterni di B. nei villaggi di Bachenbülach, Oberglatt, Niederhasli e Mettmenhasli. Nel 1409 l'Austria diede in pegno il baliaggio alla città di Zurigo, che dal 1412 al 1798 l'amministrò come proprio baliaggio (Obervogtei); le sue dimensioni vennero ridotte quando anche la contea di Kyburg divenne possedimento zurighese (1424). Il nucleo centrale era costituito dal territorio cittadino di B., com. esterni erano Bachenbülach e le due frazioni di Niederflachs e Nussbaumen. Molto più esteso del baliaggio, soppresso all'epoca dell'Elvetica, è il distr. amministrativo odierno, creato durante la Rigenerazione (1831): vi sono compresi soprattutto com. situati a est della Glatt, da Wallisellen fino al Reno e ancora più a nord (nel Rafzerfeld).


Bibliografia
– W. Hildebrandt, Bülach, 1967 (19852)

Autrice/Autore: Martin Illi / vfe