No 1

Woker, Gertrud

nascita 16.12.1878 Berna, morte 13.9.1968 Marin (oggi com. La Tène), catt.-cristiana, di Kirchberg (BE). Figlia di Philipp ( -> 3). Sorella di Harald ( -> 2). Nubile. Studiò chimica all'Univ. di Berna, conseguendo nel 1903 come prima donna sviz. il dottorato in chimica e la patente di insegnante di scuola secondaria. Dopo un soggiorno di ricerca a Berlino, ottenne l'abilitazione all'Univ. di Berna 81906/07), dove divenne la prima libera docente di chimica in area germanofona, nel 1933 fu nominata professoressa straordinaria di biologia fisica e chimica e dal 1911 al 1951 diresse il laboratorio di chimica fisica. Si batté per la parità dei diritti delle donne sul piano politico e durante la prima guerra mondiale si impegnò nella Lega intern. femminile per la pace e la libertà (LIFPL). Nel 1924 confondò la commissione della LIFPL contro la strumentalizzazione della scienza a fini bellici. Mise in guardia dai pericoli generati dalle armi chimiche e protestò contro l'impiego della scienza nell'industria degli armamenti. Accanto a studi scientifici, come l'opera in quattro volumi Die Katalyse (1910-31), pubblicò anche saggi pacifisti. Dopo la seconda guerra mondiale aderì al Movimento sviz. contro le armi atomiche.


Bibliografia
Schweizer Frauen der Tat, 3, 1929, 254-286
– R. E Oesper, G. Woker, «Journal of Chemical Education», in , 30, 1953, 435-437
Neue Wege, 1968, n. 10, 295-297
Pax et Libertas, 1968, n. 4

Autrice/Autore: Regula Ludi / vwy