No 4

Kägi [-Fuchsmann], Regina

nascita 10.5.1889 Zurigo,morte 12.6.1972 Zurigo, isr., di Oetwil am See. Figlia di Salomon Fuchsmann, commerciante, e di Helena Berkowitz, di Virbalis (Lituania) e Wettswil (dal 1889). ∞ (1915) Paul K., funzionario della pubblica assistenza, figlio di Paul, pastore, e fratellastro di Werner ( -> 8). Insegnante di scuola elementare a Sankt Moritz (1911-13), compì studi all'Univ. di Zurigo (1913-16), conseguendo il diploma di insegnante di scuola secondaria. In seguito visse a Sciaffusa (1918-32), dove si impegnò nello sviluppo dell'Ufficio per le questioni femminili (pres. 1923-25) e a favore delle lavoratrici a domicilio. Aderì al partito socialista (PS). Nel 1932 si trasferì a Zurigo, dove diresse il Soccorso operaio sviz. per i bambini (1933), un'org. del PS e dell'Unione sindacale sviz., e più tardi il Comitato sviz. di soccorso operaio, che ne prese il posto (1936-51). Organizzò soggiorni di vacanza per figli di operai sviz. e austriaci e per fanciulli profughi ted. Durante la guerra civile spagnola si impegnò a favore dei bambini, poi dei profughi nei campi franc. e, dal 1940, anche di altri profughi di guerra nella Francia non occupata (azione di rifornimento "Colis suisse"), recandosi a tale scopo nelle zone belliche. Nel dopoguerra organizzò gli aiuti alle vittime del conflitto e alla ricostruzione in Europa, fra l'altro come cofondatrice del Dono sviz. alle vittime della guerra (1944). Attiva nell'aiuto allo sviluppo in Nepal e in Tunisia dal 1951, fu tra i fondatori di Helvetas. Nel 1961 l'Univ. di Zurigo le conferì il dottorato h.c.


Opere
Das gute Herz genügt nicht, 1968
Bibliografia
National-Zeitung, 25.8.1966
Die Tat, 15.6.1972
NZZ, 18.6.1972
TA, 30.8.1998
– M. Fleury, «R. Kägi-Fuchsmann, socialiste et militante humanitaire», in L'autre Suisse, a cura di M. Vuilleumier, C. Heimberg, 2003, 41-45

Autrice/Autore: Markus Bürgi / vfe