20/06/2006 | segnalazione | PDF | stampare

Emmenbrücke

Località del com. di Emmen LU, distr. Hochdorf, composta da vari abitati (E., Gerliswil, Emmenweid, Emmenbaum), a nord della confluenza fra la Kleine Emme e la Reuss. La vecchia E., oggi Reussbühl (com. Littau), si trovava a sud di tale confluenza, presso il traghetto (presto trasformato in ponte) cui facevano capo la strada maestra San Gottardo-Lucerna-Basilea e la direttrice del Seetal. Un ponte (in ted. Brücke) sulla Emme è menz. nel 1236 (presumibilmente quello di Torenberg, com. Littau); ma dopo il 1347 per parecchio tempo ci fu solo un traghetto (concesso in feudo). Il ponte nella sua collocazione attuale fu rifatto a più riprese dalla città di Lucerna (1412, 1426, 1436, 1455 e 1570-71); l'ultimo ponte in legno, costruito da Josef Ritter negli anni 1783-85, venne demolito nel 1902. Il passaggio assunse particolare importanza durante i conflitti fra città e campagna (rivolta detta Heringskrieg, 1570) e nelle spedizioni dei Corpi franchi. Un posto doganale per ponte, traghetto e guadi fu attivo nella zona dal XIV sec. al 1848. La taverna di Emmenbaum fu menz. per la prima volta nel 1434. Dal 1562 al 1798 Lucerna ebbe a E. un patibolo e uno scorticatoio.

Con lo sviluppo industriale il nucleo principale dell'insediamento si spostò a Emmenweid, sede dapprima di una fucina (1837-41) e poi di una cartiera (1841-46). Dopo la bonifica della Kleine Emme, con l'apertura del laminatoio Von Moos (1850-53) e della. Soc. della viscosa sviz. (Viscosuisse, 1906, oggi SwissFlock), a partecipazione franco-sviz., la zona divenne un importante centro industriale. Successivamente si installarono a E. altre aziende dei rami metallurgico ed elettronico (nel 1912 la Giesserei Emmenbrücke AG, fonderia affiliata al gruppo Schindler), tipografie (nel 1932 la Buchdruckerei Emmenbrücke AG) e, in tempi più recenti, ditte attive in altri campi (costruzioni aeronautiche, componentistica, commercio, mercato all'ingrosso). Intorno agli anni 1860-70 fu battezzata "E." la stazione ferroviaria inaugurata a Emmenbaum nel 1856. Scelto dalla Viscosuisse per indicare la propria sede geografica, il nome "E." passò quindi a indicare la zona d'insediamento intorno a Emmenweid e a Gerliswil (700 ab. nel 1888); sul piano economico anche Reussbühl fu inserita nel tessuto industriale di E. Dal 1856 al 1860 E. fu la stazione terminale della Ferrovia centrale sviz., dal 1883 al 1904 della Ferrovia del Seetal; nel 1903 la zona industriale fu collegata a Lucerna da una linea tramviaria. La parrocchia autonoma risale al 1958.


Bibliografia
– E. Weibel, Gemeinde Emmen, 1953
– J. Graf, Emmen, 1958
– J. Manser, Richtstätte und Wasenplatz in Emmenbrücke (16.-19. Jahrhundert), 1992
– P. Schnider, Fabrikindustrie zwischen Landwirtschaft und Tourismus, 1996
In Bewegung. Geschichte der Gemeinde Emmen, 2004

Autrice/Autore: Waltraud Hörsch / vfe