No 1

Gosteli, Marthe

nascita 22.12.1917 Worblaufen (oggi com. Ittigen),morte 7.4.2017, rif., di Bolligen. Figlia di Ernst, agricoltore, e di Johanna Ida Salzmann. Nubile. Dopo una formazione commerciale, compė soggiorni linguistici nella Svizzera franc. e a Londra. Diresse la sezione cinema dell'ambasciata statunitense a Berna (1949-53, 1955-62). Fu membro del comitato direttivo (1953-57, 1963-64) e pres. (1964-68) dell'Ass. per il suffragio femminile di Berna, pres. della comunitā di lavoro delle ass. femminili sviz. per i diritti politici delle donne (1970-71) nonché membro del comitato direttivo (1968-72) e vicepres. (1967-71) dell'Alleanza delle soc. femminili sviz., che rappresentō all'interno di diverse commissioni fed. Nel 1982 diede vita alla Fondazione Gosteli e all'archivio sulla storia del movimento femminista sviz. a Worblaufen. Fu insignita del premio Trudy Schlatter (1989) e della medaglia del com. patriziale di Berna (1992). Nel 1995 l'Univ. di Berna le conferė il dottorato h.c.


Opere
– come curatrice, Vergessene Geschichte, 2 voll., 2000
Archivi
– Fondazione Gosteli, Worblaufen
Bibliografia
– V. E. Müller, Bewegte Vergangenheit: 20 Jahre Archiv zur Geschichte der schweizerischen Frauenbewegung, a cura di M. Gosteli, 2002
– F. Rogger Marthe Gosteli: Wie sie den Schweizerinnen ihre Geschichte rettete, 2017

Autrice/Autore: Regula Ludi / did