Wetzikon (ZH)

Com. ZH, distr. Hinwil; (1044: Weizenchovan, secondo una copia del 1787). Situato a sud del lago di Pfäffikon nell'Oberland zurighese, il com. comprende - accanto a W. - le località di Kempten (con la fortezza), Ettenhausen, Robenhausen, Medikon e Linggenberg-Robank. Pop: ca. 295 ab. nel 1467, 740 nel 1634, 2491 nel 1799, 3364 nel 1850, 5690 nel 1900, 8017 nel 1950, 13'469 nel 1970, 18'129 nel 2000.

1 - Preistoria

Nel 1858, durante i lavori di canalizzazione dell'Aa, Jakob Messikommer scoprì palafitte preistoriche nella palude di Robenhausen. Accanto ai ritrovamenti palafitticoli, nel sottosuolo umido furono rinvenuti spec. oggetti di materiali organici come tessuti, rafia, utensili in legno, semi, frutti e cereali straordinariamente ben conservati, che fecero acquisire rapidamente fama intern. agli scavi compiuti da Messikommer. Per finanziare gli scavi quest'ultimo vendette i reperti a musei di tutto il mondo. Accanto al MNS di Zurigo, anche il Museo di W. può vantare una ricca collezione. Nel 1872 ricercatori franc. definirono persino un periodo archeologico con il nome di Robenhausien, termine che però non si è mai imposto.

Recenti ricerche hanno mostrato che sulle sponde del lago di Pfäffikon la densità insediativa fu relativamente elevata durante tutte le epoche. Il ritrovamento di utensili in pietra in diversi siti testimonia la presenza di gruppi di cacciatori-raccoglitori del tardo Paleolitico finale e del Mesolitico. Nel Neolitico e nell'età del Bronzo attorno al lago di Pfäffikon, all'epoca parecchio più grande, vi erano diversi villaggi di contadini. Tra i reperti più degni di nota di questo periodo figurano una porta e numerose piroghe. Nel 1999 a Robenhausen è venuto alla luce un contrappeso con quasi 30 frammenti di tessuti, proveniente da un telaio distrutto probabilmente in un incendio.

Inoltre, alcuni anni fa, a Kempten sono stati rinvenuti reperti appartenenti alla cultura del bicchiere campaniforme, una rarità in Svizzera. Sulla collina di Robank-Burg, oggetto di scavi per la prima volta nel 1888, sono stati scoperti allineamenti di pietre, una tomba del Bronzo medio e cocci dell'età del Ferro. Furono inoltre precocemente ritrovati anche tumuli risalenti alla cultura di Hallstatt; nel tumulo indagato nel 1857 nella Schönau vennero rinvenuti due bracciali in bronzo quasi intatti, riccamente decorati, detti del tipo di W. Sono state portate alla luce anche tombe della cultura di La Tène a Robenhausen e Medikon.

Autrice/Autore: Claire Hauser / frl

2 - Dall'epoca romana al 1798

A Kempten sorgeva un'ampia villa romana (indagata dal 1996 al 2005), abitata tra la metà del I e l'inizio del IV sec. d.C. Gli edifici erano situati vicino alla cosiddetta strada retica che collegava Winterthur a Kempraten. In diverse località del com. sono state rinvenute tombe alemanne.

Nell'811 Landbert, nobile alemanno, donò all'abbazia di San Gallo beni situati a Kempten (Camputuna/Campitona). Questo insieme di proprietà, assieme alla bassa giustizia su Kempten, costituì un feudo ereditario dei baroni von Kempten, attestati dal 1223 al 1392. La loro fortezza, situata sopra il villaggio, venne abbandonata a metà del XVI sec. dai proprietari dell'epoca, i Blarer von Wartensee, a favore di tre abitazioni situate a Kempten, che adibirono a tribunali e residenze. La signoria giurisdizionale di Kempten sopravvisse fino al 1798. Quella di W., sorta nei sec. centrali del ME, è riconducibile ai baroni von W., attestati con certezza dal 1229, la cui discendenza dai de Weihenchovan menz. nel 1044 nel cosiddetto documento di Hunfried è stata messa in dubbio. Al più tardi dal 1320 la loro fortezza presso Oberwetzikon e la signoria di W. si trovavano nelle mani dei von Ebersberg; dopo aver cambiato numerosi proprietari nel 1430 passarono ai von Breitenlandenberg e, nel 1526, al ricco contadino Heini Weber di Egg. La bassa giurisdizione di W., soppressa nel 1798, comprendeva Oberwetzikon, Unterwetzikon, Walfershausen, Stegen, Obermedikon, Untermedikon, Neubruch nonché le fattorie di Böhnler (com. Gossau), Erlosen e Bossikon (entrambe com. Hinwil). Tra il 1570 ca. e il 1671 la signoria fu divisa e amministrata dalla fortezza risp. dal tribunale a Walfershausen. Nel 1581 passò per la prima volta nelle mani di un esponente del patriziato cittadino di Zurigo, Marx von Escher; dal 1606 al 1755 appartenne alla fam. Meiss, che trasformò la fortezza in un castello (1614-17).

Dal pieno ME i villaggi dell'odierno com. di W. furono situati ai confini dell'area di influenza di tre diverse signorie. Robenhausen e Robank, i cui diritti di alta giustizia appartenevano alla signoria di Greifensee, nel 1402 passarono con quest'ultima a Zurigo e in seguito furono fino al 1798 un'exclave del baliaggio di Greifensee. L'alta giustizia su Kempten, Oberwetzikon e Unterwetzikon, detenuta dalla signoria di Grüningen, venne rilevata nel 1408 da Zurigo, che amministrò queste località fino al 1798 all'interno del baliaggio di Grüningen. Ettenhausen, i cui diritti di alta giustizia erano detenuti dalla signoria dei conti di Kyburg, con quest'ultima entrò in possesso di Zurigo nel 1424 risp. 1452 e fino al 1798 costituì un'exclave del baliaggio di Kyburg.

Sul piano spirituale la situazione nell'alto e nel pieno ME non è del tutto chiara. La storiografia locale parte dal presupposto che l'ubicazione della chiesa costruita da Ratpod, attestata dall'857/858 al 1320, e quella della chiesa di Oberwetzikon, menz. nel 1334, di cui non è tramandato il patrocinio, coincidano. La chiesa venne ricostruita a due riprese nel 1711-13 e nel 1895-97. I diritti di patronato, detenuti dai signori di W., passarono nel 1526 dai von Breitenlandenberg alla fam. Weber di Egg, che nel 1563 li cedette al Consiglio di Zurigo. La parrocchia comprendette già presto la maggior parte dei territori dell'odierno com. A Ettenhausen si trovava la cappella di S. Paolino (menz. nel 1275), a metà strada tra W. e Bäretswil. Al più tardi dopo la sua sconsacrazione durante la Riforma, la pop. locale fece capo al com. parrocchiale di W. Una parte di Unterwetzikon e Obermedikon - la cui cappella filiale venne demolita nel 1525 ca. -, in origine appartenenti a Gossau, furono aggregati a W. nel 1775. Tra il 1621 e il 1991 la chiesa di Seegräben venne servita da W. Dal 1890 i catt. tengono le proprie funzioni a W.; la chiesa di S. Francesco a W. fu inaugurata nel 1924, quella del S. Spirito a Kempten nel 1975.

Autrice/Autore: Ueli Müller / frl

3 - XIX e XX secolo

Il com. parrocchiale rif. di W. funse da collante e base territoriale per lo sviluppo del com. politico nel 1798. Attribuito al distr. elvetico di Uster (dal 1798), poi al distr. di Uster (1803), dal 1814 W. appartenne al baliaggio (Oberamt) di Grüningen e infine, dal 1831, al distr. di Hinwil. L'autonomia dei villaggi si perpetuò nel XIX sec. attraverso le Zivilgemeinden : Oberwetzikon, Unterwetzikon, Kempten, Robenhausen, Ettenhausen e Robank sopravvissero fino al 1928, mentre la Zivilgemeinde di Burg, costituita solo nel 1825, si sciolse già nel 1875.

L'agricoltura, caratterizzata dalla cerealicoltura e dall'estrazione della torba e dalla produzione di strame negli estesi terreni paludosi sul lago di Pfäffikon, nel XVIII sec. venne affiancata dall'industria tessile a domicilio, che verso il 1800 offriva un guadagno a ca. la metà degli ab. Il settore delle arti e mestieri annoverava l'artigianato locale, mulini a Kempten e Stegen, una conceria e una tintoria (oggi museo) e tre taverne bannali a Kempten, Oberwetzikon e Walfershausen. Con la meccanizzazione dell'industria tessile (dal 1815), W. divenne un importante centro di produzione; vi si insediarono numerose filature e tessiture di cotone, principalmente lungo il Chämptnerbach a Kempten e l'Aabach presso Stegen, nella Schönau, a Untermedikon e nel Floos. Verso la fine del XIX sec. si aggiunsero anche stabilimenti per la torcitura e la tessitura della seta e ricamifici. In relazione all'industria tessile, a W. si insediarono anche aziende meccaniche (tra cui la fonderia Honegger nel 1863), che acquisirono importanza nel XX sec., ad esempio con la Mechanische Eisenwarenfabrik Kempten (1899), la fabbrica di veicoli commerciali FBW (1916) e la fabbrica di serrature di sicurezza Bauer (1918), e conferirono al com. una struttura industriale diversificata. Dal 1858 fino al 1876 ca. a sud di Unterwetzikon si procedette all'estrazione di carbone scistoso.

Grazie al potenziamento delle strade (dal 1831 strada per Pfäffikon, Hinwil, Bauma), a nuove infrastrutture viarie (attraverso la valle dell'Aa in direzione di Uster) e all'avvento della ferrovia, attorno alla metà del XIX sec. W. divenne un nodo viario regionale. Nel 1857 Unterwetzikon venne raccordato alla tratta verso Wallisellen, negli anni successivi prolungata fino a Rapperswil (SG). Nel 1876 venne inaugurata la tratta Effretikon-Hinwil con stazioni a Kempten e W. Tra il 1901 e il 1969 Emmetschloo dispose di una stazione lungo la ferrovia Uerikon-Bauma. Furono inoltre in funzione un treno a scartamento ridotto tra W. e Meilen (1903-50) e un tram tra la stazione di W. e Kempten (1903-39). Le linee soppresse vennero sostituite dai bus dell'impresa di trasporto dell'Oberland zurighese, fondata nel 1945.

Gli stabilimenti industriali, le ville dei proprietari di fabbriche e le abitazioni degli operai cambiarono la struttura insediativa di W. al di fuori dei nuclei dei villaggi. Prima del 1900, presso la stazione di W., situata in periferia, si formò un piccolo nucleo insediativo con edifici a carattere urbano (albergo, banca, posta, villa padronale, tipografia). Lungo la strada della stazione, Unterwetzikon, Walfershausen, Oberwetzikon e Kempten si fusero gradualmente in un unico abitato all'inizio del XX sec. Anche Robenhausen e Oberwetzikon si unirono lungo una strada di collegamento. Dopo la seconda guerra mondiale, gli insediamenti si svilupparono anche in larghezza: i campi tra i villaggi primitivi furono edificati e le strutture insediative storiche cancellate. Tra Kempten e Robenhausen sorse un'altra grande zona industriale.

Nel 1955 W. era un tipico com. industriale, in cui il settore secondario offriva il 75% dei posti di lavoro. In seguito la sua importanza diminuì (54% nel 1985, 33% nel 2005). La grande offerta di posti di lavoro (10'671 nel 2005) e di alloggi nonché la presenza di scuole professionali (dal 1863), dell'ospedale circondariale (1910) e della scuola cant. (1955) fecero di W. un centro dell'Oberland zurighese. Negli anni 1970-80 e 1980-90 la costruzione di grandi negozi si concentrò nei pressi della chiesa rif. di Oberwetzikon, dove si trova anche la casa com. (ricostruita nel 1983). Nel 2012 i cittadini di W. votarono a favore dell'introduzione di un parlamento com.

Autrice/Autore: Ueli Müller / frl

Riferimenti bibliografici

Archivi
– Servizio archeologico del canton Zurigo
– Museo di Wetzikon
Bibliografia
– F. Meier, Geschichte der Gemeinde Wetzikon, 1881
MAS ZH, 2, 1943, 248-256
– W. Altorfer, Als Wetzikon noch ein Dorf war, 1984
– J. Streuli, «Die Freiherren von Wetzikon und von Kempten», in ZTb 1991, 1990, 43-73
Eine Ahnung von den Ahnen, 1993
– B. Frei, Wetzikon, 2001
SPM, 5, 401
– K. Altorfer, Die prähistorischen Feuchtbodensiedlungen am Südrand des Pfäffikersees, 2010