No 2

Pulver, Liselotte

nascita 11.10.1929 Berna, rif., di Berna. Figlia di Fritz Eugen, ingegnere agronomo, e di Germaine Bürki. ∞ (1961) Helmut Schmid, attore e regista. Ha frequentato la scuola commerciale femminile di Berna (1945-48) e studiato recitazione con Margarethe Schell al Conservatorio di Berna e con Paul Kalbeck. Dopo il debutto allo Stadttheater di Berna (1948) ha lavorato allo Schauspielhaus di Zurigo (1949-51) e fino alla fine degli anni 1980-90 ha recitato in numerose pièce teatrali in Svizzera e all'estero. Nel 1949 ha ottenuto il suo primo ruolo cinematografico nel film Swiss Tour di Leopold Lindtberg. Ha poi raggiunto grande notorietà nel ruolo di Vreneli negli adattamenti per il cinema delle opere di Jeremias Gotthelf Uli il servo (1954) e Uli il fittavolo (1955) diretti da Franz Schnyder. Si è affermata a livello intern. (spec. in commedie) con il film ted. Ich denke oft an Piroschka (1955) del regista Kurt Hoffmann, suo mentore. Dagli anni 1960-70 ha più volte interpretato ruoli di caratterista in produzioni franc. e talvolta americane dirette, tra l'altro, da Jacques Rivette e Billy Wilder. Dalla metà del decennio 1970-80 è apparsa soprattutto in serie televisive. È stata insignita del premio del cinema ted. (1980), della croce al merito della Repubblica fed. ted. (1986) e del premio della Fondazione Armin Ziegler (2005).


Opere
... wenn man trotzdem lacht, 1990 (autobiografia)
Bibliografia
NZZ, 8.10.1999
DTS, 1441 sg.
Der Bund, 9.10.2009

Autrice/Autore: Michael Gautier / sma