No 6

Guggenheim, Kurt

nascita 14.1.1896 Zurigo,morte 5.12.1983 Zurigo, isr., di Zurigo e Lengnau (AG). Figlio di Hermann, commerciante, e di Frieda Ris. ∞ (1939) Gertrud Schlozer, vedova Kloter. Dopo aver frequentato la scuola di commercio, svolse un apprendistato commerciale a Le Havre (Normandia) e soggiornò in Olanda, Francia, Inghilterra e Belgio. Fu libraio antiquario a Zurigo e dopo il fallimento della ditta di importazione di caffè, che aveva ripreso dal padre, si dedicò alla scrittura (dal 1934). Riuscì ad affermarsi in ambito letterario con il romanzo Riedland (1938). Collaborò come soggettista a diverse produzioni della Praesens Film AG, tra l'altro a Il sergente Studer e a Wilder Urlaub (tratto da un suo romanzo). Nel 1949 pubblicò Wir waren unser vier, cronaca disincantata e fedele della seconda guerra mondiale. L'affresco autobiografico in quattro volumi Alles in Allem (1952-55) presenta la storia sviz. tra il 1900 e il 1945. G. ottenne il premio Conrad Ferdinand Meyer (1943), il premio letterario della città di Zurigo (1955) e il premio della Fondazione Schiller sviz. (1960).


Archivi
– Fondo presso ZBZ
Bibliografia
– Kosch Deutsches Literatur-Lex., 6, 1032

Autrice/Autore: Felix Aeppli / did