Marsens (FR)

Com. FR, distr. Gruyère; (851: Curtis marsingus; 929: Marsingis; 1668: Marcens; antico nome ted. Marsing). Dal 2001 comprende l'ex com. di Vuippens. Il toponimo deriva da un tempio distrutto verso il 260, dedicato a Mars Caturix. Pop: 251 ab. nel 1811, 345 nel 1850, 705 nel 1900, 907 nel 1950, 1123 nel 2000. La presenza dell'abbazia premonstratense di Humilimont, edificata nel 1137, contribuì in modo determinante alla rinascita del villaggio. Nel 1224 M. passò dai de Corbières alla fam. d'Everdes-Vuippens. Nel 1549 Friburgo ne assunse il completo controllo. Incorporato nel baliaggio di Everdes-Vuippens fino al 1798, M. fece parte fino al 1848 del distr. di Bulle. Il villaggio appartenne alla parrocchia di Bulle e, dal 1536, a quella di Vuippens. La cappella di S. Nicola risale al 1330, quella di S. Ignazio, detta della Rotonda, venne realizzata nel 1641-42 dai gesuiti, proprietari di Humilimont dal 1580. La costruzione dell'ospedale psichiatrico cant. (1872-80) sui terreni secolarizzati nel 1848 modificò l'assetto politico ed economico del villaggio.


Bibliografia
– J. Jordan, L'abbaye prémontrée d'Humilimont (1137-1580), 1926
– P.-A. Vauthey, Riaz/Tronche-Bélon, 1, 1985
– A.-J. Tornare, Présence des jésuites à Marsens, 1988

Autrice/Autore: Alain-Jacques Czouz-Tornare / cmu