No 1

Caderas, Gian Fadri

nascita 13.7.1830 Modena, morte 25.11.1891 Samedan, rif., di Ruschein e Luven. Figlio di Gian, uomo d'affari. Dopo un apprendistato commerciale a Modena, lavor˛ a Modena, Bologna e Casale Monferrato. Tornato in Engadina nel 1856, fino al 1875 fu impiegato di banca a S-chanf e poi titolare di un ufficio assicurativo a Samedan. Redattore delle riviste Il Progress (1872-73) e F÷gl d'Engiadina (1880-91), fu poeta melanconico e sentimentale sui temi della natura e della nostalgia, nella linea del romanticismo europeo. Autore, fra il 1849 al 1857, di liriche in it., inedite, pubblic˛ nell'idioma rom. dell'Alta Engadina Rimas (1865), Nouvas Rimas (1879), Fluors Alpinas (1883), Sorrirs e larmas (1887). Sue sono pure diverse novelle, quali Il preschuner da Fuentes (1862-63), e traduzioni da poeti europei, fra cui Schiller, Goethe, Ludwig Uhland, Alfred de Musset e Henry W. Longfellow.


Bibliografia
– Bezzola, Litteratura, 3

Autrice/Autore: ClÓ Riatsch / vfe