Echarlens

Com. FR, distr. Gruyère; (855: Escarlingus o Escarlinges). Villaggio situato in prossimità della A12 e della strada Bulle-Friburgo. Pop: 518 ab. nel 1811, 440 nel 1850, 446 nel 1900, 426 nel 1950, 337 nel 1970, 552 nel 2000. In località Les Appraleys è stata rinvenuta una villa del I-III sec. d.C. E. appartenne tra l'altro ai signori d'Everdes. Il castello, di cui oggi si vedono ancora le rovine, fino al 1547 fu la residenza del castellano di Everdes e dal 1475 è di proprietà dello Stato di Friburgo. Il com. fece parte del baliaggio di Everdes-Vuippens fino al 1798, del distr. di Bulle fino al 1848. E. fu eretto a parrocchia probabilmente attorno alla fine dell'XI sec.; la chiesa del 1626, sconsacrata, sorge accanto a quella nuova, costruita tra il 1924 e il 1927 da Fernand Dumas. Il villaggio ha conosciuto uno sviluppo edilizio alla fine del decennio 1980-90 con la costruzione del quartiere di Montmelley e in quello successivo con la nascita dei quartieri di Bocherens e Outre le Pont. Il com. fu per molto tempo dedito all'agricoltura; nel 2000, tre quarti delle 299 persone attive domiciliate a E. lavoravano fuori dai confini com.


Bibliografia
– E. Ottoz, «Souvenir d'enfance», in Bulletin paroissial d'Echarlens, settembre 1947-aprile 1955
– L. Waeber, A. Schuwey, Eglises et chapelles du canton de Fribourg, 1957, 162-165

Autrice/Autore: Alain-Jacques Czouz-Tornare / pcr