Givrine, passo della

Valico giurassiano che congiunge Nyon a Les Rousses (Giura franc.), situato a 1228 m di altitudine e detto anche passo di Saint-Cergue. L'antica via di comunicazione, frequentata dal ME, collegava l'est della Francia (Borgogna, Franca Contea) al bacino del Lemano, a Ginevra e all'Italia. Nel 1299, Humbert de Thoire-Villars ricevette dall'abate di Saint-Claude un terreno per costruire un castello a Saint-Cergue, situato a un'entrata del passo. Dopo la Riforma, il traffico fu in parte ostacolato da vertenze di confine tra Berna e la Franca Contea. La nuova strada del passo della Faucille, progettata nel XVIII sec. e realizzata all'inizio del XIX, relegò G. al rango di valico regionale, utilizzato principalmente per il trasporto di legname verso Ginevra. Dal 1763/69 il passo fu ricostruito dalle autorità bernesi seguendo un tracciato meno ripido (la pavimentazione stradale è ancora visibile), rimasto in uso fino alla costruzione dell'attuale strada (1828-52). Dal 1916 una linea ferroviaria serve inoltre la regione, per la quale il turismo invernale costituisce la principale risorsa.


Bibliografia
– F. Flouck, «Nyon, Genève et le chemin de Bourgogne», in Paysages découverts, 2, 1993, 91-111

Autrice/Autore: Germain Hausmann / frm