02/06/2009 | segnalazione | PDF | stampare

Lorze

Principale fiume del cant. Zugo ed emissario del lago di Ägeri, la L. percorre la gola omonima per ca. 16 km, per poi attraversare la pianura di Baar, immettersi nel lago di Zugo, che abbandona presso Cham, e sfociare nella Reuss dopo ca. 11 km. Il fiume era sfruttato già in epoca romana per attività artigianali (mulino a Hagendorn/Cham). Dal ME sono attestate lungo il fiume numerose imprese, in parte attive per sec., tra cui la fabbrica di carta di Cham, che risale alla cartiera del 1657. Nel XIX sec. la L. fu l'elemento decisivo per l'industrializzazione del cant. Zugo. Lungo il corso del fiume sorsero spec. fabbriche tessili e dalla fine del XIX sec. centrali elettriche, in particolare nella gola della L., le cui fonti furono sfruttate per l'approvvigionamento idrico dei cant. di Zugo e Zurigo. Fino alla costruzione del ponte (1906-10) la gola costituì un ostacolo per il traffico tra le regioni di montagna e quelle di pianura. Il paesaggio fluviale subì trasformazioni a più riprese: già nel 1591/92 Jost Knopfli intervenne per abbassare il letto del fiume presso Cham; nel XIX e XX sec. furono eseguite opere di canalizzazione e arginatura sia per produrre energia elettrica sia per impedire gravi inondazioni (come nel 1861, 1910 e 1934). La più importante correzione del fiume, che diede origine a un nuovo corso tra Baar e il lago di Zugo, venne effettuata negli anni 1970-80; su parte del vecchio alveo fu realizzato il tracciato dell'autostrada. Dal 1995 il "percorso industriale della L." testimonia la storia del fiume e dell'economia della regione.


Bibliografia
Zuger Neujahrsblatt, 1993, n. tematico "Wasser"

Autrice/Autore: Renato Morosoli / mdi