01/12/2005 | segnalazione | PDF | stampare

Glatt

Piccolo affluente del Reno nel cant. Zurigo, lungo 38,5 km; (prima del 1034: fluvii, qui dicitur glat). Emissario del Greifensee, la G. confluisce nel Reno presso Rheinsfelden (com. Glattfelden). Caratterizzata da una debole pendenza nel suo corso superiore, la G. assume una forte pendenza lungo il corso inferiore, formando cumuli di detriti. Dal XV sec. la città di Zurigo esercitò la sovranità sulla G., il cui sfruttamento era regolamentato dagli statuti cittadini (1462). Nel XVI sec. il Consiglio delegò la vigilanza sul fiume a due cosiddetti balivi della G.; nel 1593 venne avviato il primo tentativo di correggere il suo corso. Considerato pescoso, il fiume era per contro "poco navigato" (1742). I mulini ad acqua lungo il suo corso furono sempre esposti al rischio di inondazioni. Dal 1816 la forza idrica venne utilizzata a scopi industriali, prevalentemente da parte di filature. Attorno al 1900 le centrali idroelettriche situate lungo il corso inferiore della G. raggiunsero una potenza di 1500 kW. Esse scomparvero poi definitivamente nel 1975 dopo la correzione del tratto compreso tra il corso inferiore della G. e il Reno. Nata nel 1890, la Greifenseewuhr-Gesellschaft, ass. dei proprietari di diritti d'acqua, fu trasformata in cooperativa nel 1937 e sciolta nel 1980. Durante il XIX-XX sec. furono promossi diversi interventi correttivi. Dopo la bocciatura del cosiddetto progetto Vogel, che prevedeva la costruzione di argini laterali (1807), nel 1812 la commissione cant. di polizia delle acque, con la collaborazione di Hans Conrad Escher, stilò una perizia che sfociò nella costruzione di una galleria presso Rheinsfelden e nell'allungamento e abbassamento del letto del fiume tra Glattbrugg e Oberglatt. Il progetto venne però in seguito sospeso per mancanza di fondi (1825) e liquidato (1840). La seconda correzione fu effettuata dal 1878 al 1895. La terza correzione (1936) venne compiuta in vista della costruzione dell'aeroporto di Kloten, dell'ampliamento degli insediamenti e delle migliorie fondiarie nella valle della G., ma anche per sostenere i livelli di occupazione. La crescita dell'agglomerazione di Zurigo provocò il fortissimo inquinamento della G., che malgrado la costruzione di impianti di depurazione negli anni 1960-70 non ha conosciuto in seguito miglioramenti decisivi. Dal 1994 al 2002 si è proceduto al risanamento delle acque di scarico di Zurigo-Nord tramite la costruzione di una galleria di congiunzione dalla valle della G. a quella della Limmat.


Archivi
– Protocolli sulla Glatt (XVI-XVIII sec.) e Archivio della Greifenseewuhr-Genossenschaft presso StAZ
Bibliografia
– H. Maeder, «Aus der Geschichte der Fischerei in der Glatt», in Heimatbuch Dübendorf, 22, 1968, 17-34
– AA. VV., Baumwolle und Wasserkraft, 1988
– M. Illi, «Das Oberhauserriet», in ZTb 1990, 1989, 48-72

Autrice/Autore: Martin Illi / sma