28/05/2009 | segnalazione | PDF | stampare | 

Linth (cantone)

Cant. della Repubblica elvetica, formato dal cant. Glarona, dalla città di Rapperswil con i territori soggetti, dagli antichi baliaggi di Rheintal (territorio a sud dell'Hirschensprung con Rüthi e Lienz), Sax, Gams, Werdenberg, Sargans, Gaster e Uznach, dal Toggenburgo superiore (territorio a est della linea Hemberg-Hummelwald), dalla March e dagli Höfe. Il cant., con capoluogo Glarona, comprendeva 78'000 ab. ed era suddiviso nei sette distr. di Werdenberg, Mels, Neu Sankt Johann, Glarona, Schwanden, Schänis e Rapperswil. Il suo ordinamento politico entrò in vigore il 17.6.1798. Come tutti i cant. dell'Elvetica, anche quello di L. era organizzato sul modello franc. La brevità dei mandati dei prefetti Joachim Heer (1798), Johann Jakob Heussi (1798-99), Felix Christoph Cajetan Fuchs (1799), Niklaus Heer (1799-1802) e Franz Josef Büeler (1802-03) rispecchia gli avvenimenti politici e militari nel territorio che nel 1799, durante la seconda guerra di coalizione, fu zona di spiegamento delle forze europee in guerra, con gravi conseguenze finanziarie ed economiche per il cant. elvetico. Nel cant. a maggioranza catt. si accumulò una forte ostilità contro lo Stato centrale nonostante questi avesse unito gli antichi territori soggetti in un cant. con pari diritti; i suoi ab. si opposero a prestare servizio al soldo franc. I nuovi stimoli in ambito educativo che trovarono espressione nella promozione della scuola pubblica e furono sostenuti soprattutto da religiosi, si affievolirono nel 1802 quando la pressione centralistica divenne meno forte. Formalmente il cant. L. esistette fino all'introduzione della Costituzione della Mediazione nel 10.3.1803, sebbene il Toggenburgo superiore si fosse separato già nel 1801.


Bibliografia
– M. Kaiser, Es werde St. Gallen!, 2003
– B. Glaus, Der Kanton Linth der Helvetik, 2005 (con bibl.)

Autrice/Autore: Franz Xaver Bischof / sma