Moutier (distretto)

Baliaggio dal 1816, dal 1831 distr. del cant. Berna, con capoluogo M. Formato da 26 com., comprendeva inizialmente le parrocchie della prepositura di Moutier-Grandval e della piccola signoria (courtine) di Bellelay, facenti parte dell'antico principato vescovile di Basilea. Pop: 23'224 ab. nel 2000. Nel 1815 fu attribuito dal congresso di Vienna al cant. Berna. Nel corso del XIX sec., beneficiando dello sviluppo dell'orologeria in tutto l'arco giurassiano, il distr. si industrializzò e dagli anni 1880-90 si specializzò nella produzione di macchine di precisione, settore duramente colpito dalla crisi orologiera negli anni 1970-80 (Tornos-Bechler). La metallurgia ebbe pure un ruolo di rilievo nell'economia del distr. (fonderia Von Roll a Choindez e Boillat a Reconvilier). Il 23.6.1974, in occasione del primo voto di autodeterminazione del Giura bernese, la maggioranza degli ab. del distr. di M. si oppose alla creazione del cant. Giura e preferì restare nel cant. Berna, decisione confermata anche nella votazione del 16.3.1975. Nei plebisciti del 7 e del 14.9.1975 sei com. situati sul confine del distr. decisero di entrare a far parte del distr. di Delémont (Châtillon, Corban, Courchapoix, Courrendlin, Mervelier e Rossemaison) e altri due del distr. delle Franches-Montagnes (Lajoux e Les Genevez), entrambi appartenenti al cant. Giura. Al contrario il com. di Rebévelier si staccò dal distr. di Delémont per passare a quello di M. Nel 1996 fu accolta la rivendicazione del com. di Vellerat di essere scorporato dal distr. di M. e integrato nel cant. Giura.


Bibliografia
Moutier, chef-lieu de district, 1, 1975
– AA. VV., Histoire du Jura bernois et de Bienne, 1995

Autrice/Autore: Stéphanie Lachat / frm