16/10/2012 | segnalazione | PDF | stampare

Thorberg

Nell’edizione a stampa questo articolo è corredato da un’immagine. È possibile ordinare il DSS presso il nostro editore.

Fortezza nel com. di Krauchthal (BE), certosa (1397-1528), sede di un baliaggio bernese (1528-1798) e in seguito penitenziario (dal 1848). La fortezza sorse nei sec. centrali del ME sui resti di un insediamento romano (tracce di pali di legno). Non è accertato se la fortezza sia stata dapprima la residenza dei signori von Krauchtal (menz. nel 1181) o dei von T. (menz. dal 1175), ministeriali dei von Zähringen e dei von Kyburg. Dal 1299 la curtis, il patronato e l'avogadria sulla chiesa di Krauchthal appartennero a T. quale feudo imperiale. Nel 1371 l'imperatore Carlo IV consegnò il feudo, convertito in allodio, a Peter von T., in vista della fondazione di un convento. Questi, tra il 1367 e il 1381, ampliò la sua signoria a Koppigen e nei dintorni tramite acquisizioni, tra cui beni e diritti giurisdizionali a Ersigen, Willadingen, Höchstetten e Wil, e patronati ad Alchenstorf e Hellsau. In seguito lasciò i suoi possedimenti alla certosa da lui fondata nel 1397, che nel 1399 ottenne l'approvazione del conte von Kyburg. Sulle rovine della fortezza, assediata durante la guerra di Sempach (1386), consegnata a Berna e infine restituita (1389), vennero edificati la chiesa dedicata a S. Paola romana e gli edifici conventuali; dell'antica fortezza sono rimasti solo i resti delle fondamenta del mastio. La casa madre a Grenoble inviò il primo priore, Johannes von Braunschweig. Su iniziativa di Peter von T., nel 1399 fu legata a Berna da un patto di comborghesia; da allora il ruolo di avogadro fu ricoperto dallo scoltetto della città. Nel 1399 un patto analogo fu stipulato con Soletta e nel 1472 con Thun. La certosa ampliò i suoi possedimenti tramite donazioni e acquisizioni, tra cui figurano il lascito della signoria di Walkringen da parte di Verena von Seedorf (1398) e, tra il 1397 e il 1459, la bassa giurisdizione di Konolfingen e la curtis di Eichi della fam. von Krauchtal. Le proprietà principali si trovavano a Krauchthal, Koppigen, Walkringen, nella regione di Thun e sul lago di Bienne (vigneti). A Berna, T. possedeva la Thorbergerhaus. Nel 1413 incorporò le chiese di Krauchthal, Walkringen e Koppigen, con Hellsau e Alchenstorf. Nel XV sec. la certosa ospitava ca. 16 monaci e altrettanti conversi. Gli ultimi priori, Niklaus Schürstein (fino al 1525) e Johannes Hurri (fino al 1528), aderirono alla Riforma. Nel 1528 la certosa fu secolarizzata. I suoi beni furono inventariati nel 1529 e in seguito riscattati dai monaci e conversi. Berna istituì allora un'intendenza (Schaffnerei) per amministrare le proprietà appartenute al convento; la foresteria divenne sede dell'intendente. Le celle dei monaci furono trasformate in ospizio e attrezzate per accogliere da 30 a 37 pensionanti anziani o malati; veniva inoltre prestata assistenza a esterni e indigenti. Negli anni 1570-80 T. acquisì lo statuto di baliaggio. Tra il 1738 e il 1763 gli edifici fatiscenti della certosa furono sostituiti da nuove costruzioni (castello balivale, ricovero e fabbricati utilitari). Tra il 1798 e il 1848 fu un'intendenza del baliaggio (Oberamt), risp. distr., di Burgdorf. Il vecchio ospizio fu sempre più utilizzato come luogo per l'internamento di emarginati malati o criminali. Fu adibito a luogo di reclusione (dal 1807), di sorveglianza (dal 1826), manicomio (dal 1844) e riformatorio per uomini, donne e bambini (dal 1848). Nel 1891 furono costruite le celle carcerarie e T. diventò definitivamente una prigione maschile. Nel XX sec. fu oggetto di lavori di ampliamento, tra cui la costruzione, in seguito a un incendio, della nuova ala carceraria (1995-97). Penitenziario cant., T. accoglie anche laboratori agricoli e artigianali. Dopo il 2000, oltre alla sezione riservata all'esecuzione ordinaria delle pene, ne furono aggiunte altre chiuse, destinate a detenuti affetti da disturbi psichici e criminali pericolosi.


Bibliografia
Heimatbuch des Amtes Burgdorf und der Kirchgemeinden Utzenstorf und Bätterkinden, 2 voll., 1930-1938
Krauchthal, Thorberg: ein Heimatbuch, 5 voll., 1971-1999
HS, III/4, 350-374

Autrice/Autore: Anne-Marie Dubler / mass