17/10/2013 | segnalazione | PDF | stampare | 

Weissenau

Rovine di una fortezza nel com. di Unterseen (BE); (1298: castrum Wissenowe). La rocca, un tempo circondata dall'acqua, sorgeva su un'isola, più tardi interrata, allo sbocco dell'Aar nel lago di Thun, accanto alla strada maestra per l'Oberland bernese. Non è chiaro se la fortezza imperiale di W. appartenesse in origine alla signoria di Rotenfluh (Unspunnen) o se fosse stata eretta dai baroni von Weissenburg come sede amministrativa della loro signoria. Nei pressi della W., abitata dai baroni stessi o da un castellano, si trovava il luogo di mercato di Widen (1239: Widon), che nel 1354 si vide confermare il proprio diritto di mercato da re Carlo IV e che dal 1362 fu collegato alla fortezza da un ponte. Nel 1334, dopo la loro sconfitta nella guerra contro Berna, i baroni vendettero al convento di Interlaken la W. e Widen insieme alla signoria un tempo dipendente da Rotenburg, che comprendeva fra l'altro i villaggi di Mülenen, Grenchen e Leissigen, la metà di Saxeten e beni sparsi. Nel 1336 il monastero conferì in feudo ereditario la W. e metà della signoria a Werner Münzer, cittadino bernese, riscattandole però poco dopo dai suoi eredi (1343-52). Nel 1365 trasferì le fiere e i mercati di Widen, situato nell'Unteres Stadtfeld di Unterseen, ad Aarmühle, ciò che sancì il progressivo declino di Widen. Con la secolarizzazione del convento di Interlaken (1528) la signoria e la fortezza di W. passarono a Berna, che le amministrò come giurisdizione indipendente (Freigericht) nel baliaggio di Interlaken. La fortezza, nel XVI sec. ancora adibita a carcere, cadde in rovina; i progetti di ricostruzione del 1655 e 1700 non furono mai realizzati. All'inizio del XXI sec. erano conservati la torre difensiva, alcuni resti della parte abitativa, il muro perimetrale e la cinta fortificata.


Bibliografia
– H. Strahm, «Die Weissenau», in Jahrbuch vom Thuner- und Brienzersee, 1943, 43-64
– E. Schläppi, Unterseen, 2 voll., 2008

Autrice/Autore: Anne-Marie Dubler / vfe