Sinneringen

Frazione del com. di Vechigen (BE); (1261-63: Sineringen). Fino alla centralizzazione com. del 1966, la circoscrizione com. (Viertelsgemeinde) di S., parte della parrocchia e del com. di Vechigen, comprendeva il villaggio di S., le frazioni di Boll e Dentenberg e insediamenti sparsi nel Worblental e sul Dentenberg. Sui terrazzi sopra la Worblen sono state rinvenute tombe della cultura di Hallstatt con corredi di gioielli, sull'Hubel una villa romana. Nel XIII sec. i conti von Kyburg detenevano diritti di baliaggio. Situato lungo la strada per Berna e la ferrovia del Worblental, dopo il 1950 il villaggio di S. divenne parte dell'agglomerato urbano bernese. Un'intensa attivitÓ edilizia port˛ alla fusione di S. e Boll: nel 2005 nelle due frazioni abitava oltre la metÓ della pop. del com. di Vechigen. La residenza di campagna S. sopra il villaggio fu proprietÓ dei DŘnki, dei von Diesbach e dei von Bonstetten. Nel 1729 Hans Rudolf von Diesbach fece costruire il cosiddetto Schl÷ssli (all'inizio del XXI sec. proprietÓ privata). Nel 1844 il pittore August von Bonstetten ampli˛ l'edificio con un gabinetto e una torre dell'orologio. Tra il 1993 e il 1996 al margine settentrionale del parco sorse il centro residenziale Schlosspark, realizzato dallo studio di architettura Atelier 5.


Bibliografia
– AA. VV., Geschichte der Gemeinde Vechigen, 1995, 243-245
– T. Mosimann, Schlosspark, 1999
– N. Clerc, August von Bonstetten 1796-1879, 2001, 37-72

Autrice/Autore: Anne-Marie Dubler / ggm