07/02/2013 | segnalazione | PDF | stampare

Unspunnen

Terreno e rovine di una fortezza nel com. di Wilderswil (BE), feudo imperiale dei baroni dell'Oberland e, nel XII-XIV sec., baronia. La fortezza rupestre di Rotenfluh (1298: munitio sive balma dicta Rothenfluo) presso lo Tschingelsatz e la fortezza di U. (1232: Uspunnun) servivano a sorvegliare il ponte sulla Lütschine (testa di ponte tardomedievale) presso Gsteig bei Interlaken e la via medievale tra il Bödeli e le valli della Lütschine. Nel XIII sec. le due fortezze, di cui non si conoscono gli artefici, appartenevano alla signoria di Burkart von Thun (detto anche von U.), che prima del 1224 giunse per via matrimonale ai baroni von Wädenswil. Una spartizione ereditaria avvenuta forse attorno al 1280 divise in due la signoria: la fortezza di U. con i villaggi circostanti passò ai baroni von Eschenbach, la fortezza di Rotenfluh con Mülenen, Grenchen, Leissigen e Saxeten (metà) e qualche possedimento sparso ai von Weissenburg. Questi ultimi amministrarono la loro signoria dalla fortezza di Weissenau. Dopo l'assassinio del re nel 1308, gli Asburgo-Austria si impadronirono della signoria di U. dei von Eschenbach e nel 1318 la diedero in pegno ai von Weissenburg. Nel 1332 Johann von Weissenburg imprigionò nella fortezza di U. i contadini di Hasle insorti contro di lui e poi liberati da Berna nel 1334 durante l'assedio alla rocca. Dopo la guerra di Laupen, Berna tenne per sé le fortezze di U. e di Rotenfluh come pegno di pace (1339). Furono riscattate nel 1342 dagli Asburgo, che le diedero a loro volta in pegno ai loro vassalli, tra cui i signori di Interlaken, von Hallwyl e von Kyburg. Nel 1396, durante la guerra di Sempach, la città di Berna occupò la regione, che riscattò nel 1397. Nel 1398 cedette la signoria di U. alle fam. von Seftigen e von Scharnachtal, cittadine di Berna, ricomprandola poi dagli eredi tra il 1488 e il 1515. Berna sottopose la signoria, dotata di vessillo e di un diritto territoriale (rinnovato nel 1529) propri, allo scoltetto di Unterseen, e, dal 1762, al balivo di Interlaken. Quest'ultimo mantenne fino al 1798 la suddivisione tra la circoscrizione giudiziaria di U. (ex signoria di U.) e la giurisdizione indipendente (Freigericht) di Interlaken (ex signoria di Weissenau-Rotenfluh). Sotto Berna la fortezza di U. smise di essere sede amministrativa e fu abbandonata. Resi famosi dalle feste alpigiane (dal 1805), i resti del sito di U., risalente ai sec. centrali del ME e dotato di torre rotonda, palazzo e cinta muraria, furono spesso risanati, l'ultima volta nel 1990.


Fonti
FDS BE, II/6
Bibliografia
Die Burgen und Schlösser der Schweiz, 9B, 1939, 54-63
– H. Grossniklaus, Wilderswil, 1957 (19872)
– P. Bannwart, Bauinventar der Gemeinde Wilderswil, 2000
– R. Gallati, Unspunnen 1805-2005, 2005

Autrice/Autore: Anne-Marie Dubler / sor