04/09/2007 | segnalazione | PDF | stampare

Landshut

Fortezza situata nel com. di Utzensdorf (BE). L. fu residenza signorile medievale, centro dell'omonima signoria (tardo ME) e baliaggio bernese (1514-1798). La contea di Utzenstorf, menz. nel 1009 (comitatus Uranestorfus), si estendeva dall'Alta Argovia fino al Seeland e faceva parte del regno altoburgundo. La fortezza costruita dai von Zähringen nella seconda metà del XII sec., forse in sostituzione di un precedente edificio altoburgundo, era la residenza dei signori di Uzansdorf (1175-1323); nel XIII sec. venne ampliata dai conti von Kyburg. Menz. come Landeshuothe per la prima volta nel 1253, L. era centro del baliaggio di Utzenstorf, che apparteneva ai von Kyburg e comprendeva altri possedimenti nei dintorni, tra l'altro a Utzenstorf e Bätterkinden (registro fondiario degli anni 1261-63). Durante la guerra di Gümmenen (1332), la fortezza fu distrutta dai Bernesi e dai Solettesi, ma venne ricostruita. Dalla fine del XIV sec. i von Kyburg cedettero in pegno parti della signoria a vari creditori. Rudolf von Ringoltingen, membro del patriziato cittadino di Berna, le acquistò progressivamente (1406, 1413-18), riunendole nella signoria tardomedievale di L., dotata di tutti i diritti di giustizia e di un proprio vessillo (1419). In questa dimora, Thüring von Ringoltingen tradusse in ted. la Melusina (1456 ca.). Nel 1413 l'alta giustizia passò a Berna (baliaggio di Wangen). Nel 1479 Ludwig von Diesbach acquistò la signoria, che fu venduta a Berna nel 1510 (giurisdizione di Bätterkinden con Aefligen e Schalunen) e nel 1514 (Utzenstorf, Wiler, fortezza di L.). La città costituì il baliaggio di L., che includeva anche Zielebach; dopo la sua abolizione (1798), il territorio fu annesso dapprima al distr. di Burgdorf, poi al baliaggio (Oberamt) di Fraubrunnen (1803). Il castello con fossato, sede del balivo, negli anni 1624-30 fu ricostruito sulle vecchie fondamenta e nel 1812-15 fu trasformato in una dimora di campagna. Nel 1812 il cant. Berna vendette a Rudolf Niklaus von Wattenwyl il castello e i possedimenti, che nel 1846 passarono alla fam. Sinner del patriziato cittadino di Berna, e poi, dal 1895, in varie mani. Nel 1925 il castello entrò in possesso dei Rütimeyer, commercianti ad Alessandria d'Egitto, i quali lo cedettero nel 1958 al cant. Berna, che lo fece restaurare. L'edificio, costituito in fondazione nel 1988, presenta interni seicenteschi e ospita il Museo sviz. della fauna e della caccia.


Bibliografia
– H.-J. Steiner, Schloss Landshut und die umliegenden Dörfer Bätterkinden, Utzenstorf, Wiler und Zielebach, 1980
– P. Lüps, 30 Jahre Schloss Landshut, 1998

Autrice/Autore: Anne-Marie Dubler / mdi