Schwarzenburg (comune)

Com. BE, capoluogo del distr. omonimo, circoscrizione amministrativa Berna-Mittelland, nato nel 2011 in seguito alla fusione dei com. di Wahlern e Albligen; (1025/1148: Suarcenburc; antico nome franc.: Schwarzenbourg). Fino al 2011 S. costituì una circoscrizione com. (Viertelsgemeinde) del com. di Wahlern. Pop: 660 ab. nel 1770, 1519 nel 1950, 3450 nel 1960, 3662 nel 2005. Dal ME il villaggio fu il centro economico della parrocchia di Wahlern. Unico luogo di mercato del baliaggio di S., situato al crocevia tra l'Unterland e l'Oberland risp. tra est e ovest, dal XVI sec. S. si affermò, grazie alle tre fiere annuali autorizzate dai Savoia nel 1412, come piazza regionale per il commercio di bestiame, cavalli e formaggio tra Friburgo e la valle della Gürbe. Nei giorni di mercato la pop. beneficiava di un diritto generalizzato di osteria. Nel 1696 fu allestita una piazza di mercato fuori dal villaggio destinata alle sempre più frequenti fiere di bestiame, che fino al ritorno dei mercati all'interno del villaggio (1990) servì per esposizioni zootecniche e mercati di macchinari. L'avvio del collegamento postale quotidiano con Berna (1862) e l'inaugurazione della linea ferroviaria Berna-S. (1907) favorirono l'insediamento di attività artigianali, negozi e progressivamente anche di industrie. Parte della parrocchia di Wahlern, S. disponeva di una cappella per la messa del mattino, detta "Chäppeli" e costruita nel 1463 con il patrocinio di S. Maria Maddalena. Dopo la Riforma (1532), la cappella fu dotata di una torre di guardia contro il fuoco e venne utilizzata come locale per il catechismo dei bambini e la predicazione. Dopo essere stata destinata ad altri scopi per un breve periodo nel XIX sec., dal 1913 è nuovamente impiegata quale edificio di culto, a disposizione anche dei catt. Il castello di S. fino al 2009 fu sede della prefettura e venne poi acquistato da una fondazione. L'amministrazione com. si trova nell'antico palazzo del Consiglio del distr. giudiziario, menz. la prima volta nel 1536 e ricostruito nel 1907. Nel 1825 fu aperta una Cassa di risparmio distr., nel 1858 una scuola secondaria e nel 1891 un ospedale distr. (dal 1998 casa di cura). Dal 1983 a S. si trova il centro fed. di istruzione della protezione civile. Dal 1939 al 1998 fu in funzione la stazione a onde corte di S. Con la crescita della pop., nel 1900 fu estesa l'area del villaggio, la cosiddetta Burgermarch. Dal 1944 sorsero i primi nuovi quartieri al di fuori di quest'area. Nel 1990 fu inaugurato il Museo regionale.


Bibliografia
– H. Binggeli, «Zur Geschichte des Dorfes Schwarzenburg», in Guggisberg Jahrbuch, 5, 1952/1953, 3-44
– AA. VV., Schwarzenburg "Käppeli", 1989
– P. Bannwart, Bauinventar der Gemeinde Wahlern, 1, 1994

Autrice/Autore: Anne-Marie Dubler / sor