Rüfenacht

Località nel com. di Worb (BE), distr. Konolfingen; (1240: Ruivennacho). Frazione, un tempo dedita all'avvicendamento delle colture, situata ai piedi del Dentenberg tra il Worblental e la valle dell'Aar. Pop: 3411 ab. nel 2009. Nel ME possedevano beni a R. in particolare i conventi di Frienisberg, Engelberg e Interlaken. In epoca sconosciuta la bassa giustizia passò alla città di Berna e fino al 1798 fu amministrata insieme a Vielbringen dal tribunale cittadino bernese. R. formava con Vielbringen un quartiere del com. parrocchiale di Worb e, dal 1834 al 1920, un'unità amministrativa (Gemeindebezirk) del com. politico di Worb. Attorno al 1650 Marquard Zehender fece costruire il piccolo castello di caccia di R. quale residenza di campagna. Grazie a una posizione viaria favorevole e alla prossimità di Berna, il centro del villaggio (Langenloh) entro la seconda guerra mondiale si addensò e si estese; dopo il 1945 conobbe una forte immigrazione e, spec. negli anni 1960-80, un'attività edilizia considerevole. La costruzione di caseggiati e case unifam. ha trasformato il villaggio rurale in un insediamento dell'agglomerato urbano con diversi nuovi quartieri, tra cui il Sunnendörfli, e un alto tasso di pendolari in uscita.


Bibliografia
– H. R. Schmidt (a cura di), Worber Geschichte, 2005, spec. 94-97, 119, 655-661

Autrice/Autore: Anne-Marie Dubler / cne