Macolin

Insediamento e piccolo villaggio del Giura sopra Bienne, appartenente al com. di Evilard (BE); (1304: Macalingen; ted.: Magglingen). Pop: 18 ab. nel 1770, 38 nel 1793, 121 nel 1895, 574 nel 2005. Il clima mite, la posizione in altura, il panorama alpino dal Säntis fino al Monte Bianco nonché la vicinanza con la città, indussero Albert Waelly, di Bienne, ad aprire a M. nel 1877 una casa di cura dotata di 90 camere, parco, campi di calcio e da tennis. La costruzione della strada nel 1870, che facilitò l'accesso da Bienne, e l'entrata in funzione nel 1887 della funicolare contribuirono al successo e all'ulteriore ampliamento (tra altro con l'Hôtel Bellevue) della mondana stazione climatica, che cercò di attirare i suoi ospiti anche attraverso l'offerta di passeggiate in montagna nel Giura ed escursioni nel Seeland. La località riuscì a mantenere la sua vocazione turistica malgrado i due conflitti mondiali e la crisi economica, ma conobbe un reale rilancio soltanto con la creazione della Scuola federale di sport di Macolin, legata al rilevamento della casa di cura da parte della Conf. nel 1944. Dagli anni 1950-60, grazie all'arrivo di nuovi residenti, M. si sviluppò quale secondo centro del com. (accanto al villaggio di Evilard). Senza nebbia, dotata di piste per lo sci di fondo, sentieri per passeggiate e piste per le slitte, è oggi una popolare meta escursionistica.


Bibliografia
Evilard/Leubringen, Magglingen/Macolin, 1991
– R. Walker, Bauinventar der Gemeinde Leubringen/Evilard, 2005

Autrice/Autore: Anne-Marie Dubler / sma