24/06/2008 | segnalazione | PDF | stampare | 

Gümligen

Nell’edizione a stampa questo articolo è corredato da un’immagine. È possibile ordinare il DSS presso il nostro editore.

Località della periferia di Berna, parte del com. di Muri, situata sul terrazzo superiore lungo la riva destra dell'Aar; (1239: Gumelingen o Gumlingin). Comprende la valle di G., la tenuta di Amselberg e diversi boschi in collina (Gümligenberg, Grossholz, Harnischberg). Pop: 182 ab. nel 1764, più di 6000 nel 2000.

Fino al XIX sec. il villaggio rurale con locanda e otto tenute costituiva una comunità per la gestione dell'avvicendamento delle colture e dei beni comuni (Zelggemeinde e Allmendgemeinde); dal 1833 fino alla fusione com. (1905/21), costituì un'entità dotata di proprie competenze e autonomia finanziaria in seno al com. di Muri. Nel 1859 sulla linea ferroviaria Berna-Thun fu inaugurata la stazione di Muri-G., che serve oggi anche le linee Berna-Lucerna e Berna-Worb. In seguito si insediarono alcune industrie, come nel 1909 il pastificio Wenger & Hug (chiuso nel 1980) e la Haco AG (1923), una grande impresa alimentare che oggi produce beni per l'estero e per la Migros, che quest'ultima vende sotto il proprio marchio. Dagli anni 1920-30 sorsero nuovi quartieri nel Melchenbühl, nel Tannacker, presso la stazione e il villaggio di G.; nella seconda metà del XX sec. fu costruito il quartiere di case unifam. Dennigkofen. Ciononostante G. ha mantenuto maggiormente un carattere industriale e artigianale rispetto a Muri, la parte più ricca del com., dove prevalgono invece le ville. Per adeguarsi all'espansione del villaggio, il com. parrocchiale di Muri istituì due posti di pastore (1948, 1957) e costruì una chiesa (1953-54). Dove sorgeva la palude di G., prosciugata per lo sfruttamento della torba (1855-56) e bonificata negli anni 1930-40, furono creati impianti sportivi.

Sul pendio del Gümligenberg, il maestro di posta Beat Fischer fece sostituire un edificio di origine tardogotica con il castello tardobarocco di G., dotato di giardini coltivati su terrazze artificiali (1736-39). Nel 1741 acquisì la proprietà sottostante e vi costruì un piccolo palazzo, che dominava sui giardini terrazzati. Il castello di G. ottenne una certa notorietà tra il 1939 e il 1941, quando ospitò l'ufficio del generale Henri Guisan. Entrambe le tenute sono oggi proprietà privata.


Bibliografia
50 Jahre Haco AG, Gümligen, 1972
– AA. VV., Muri bei Bern: eine Gemeinde - zwei Dörfer, 1993

Autrice/Autore: Anne-Marie Dubler / did