03/07/2002 | segnalazione | PDF | stampare | 

Aarmühle

Antico nome del com. di Interlaken (BE). Situato nel Bödeli, tra il lago di Brienz e quello di Thun, sulla sponda sinistra dell'Aar, con possedimenti sull'Harder, il villaggio, che era un'organizzazione corporativa (Bäuert) presso la quale veniva praticato l'avvicendamento delle colture, prendeva il nome da quello del mulino (1365: Amuli) del convento di Interlaken, cui A. un tempo apparteneva; proprio il convento fece di A. la sede della propria fiera annuale e del proprio mercato settimanale (dal 1356). A., che assieme a Wilderswil, obere Matten e mittlere Matten formava la corporazione per lo sfruttamento di pascoli e boschi di Matten, aveva una sua comunità scolastica e di assistenza ai poveri autonoma, all'interno della parrocchia di Gsteig. Nel XVI sec. iniziò tra i componenti della corporazione una contesa sullo sfruttamento dei beni comuni. Falliti vari tentativi di arbitrato (nel 1533, 1586 e 1618), Wilderswil abbandonò la Bäuert nel 1633. La lite fra A. e Matten continuò; nel 1761 il balivo di Interlaken tentò invano di fare da mediatore. Nel 1810 A. pretese la separazione da Matten, la suddivisione dei beni comuni e la bonifica delle paludi; riuscì tuttavia a costituirsi quale com. indipendente solo nel 1838. La diversa struttura demografica dei due villaggi si manifesta nella percentuale di dimoranti: nel 1831 il 37% degli ab. di A. e il 12% di quelli di Matten. A. si aprì al turismo, adottando nel 1891 il toponimo, più comprensibile, di Interlaken, mentre Matten rimase un villaggio agricolo.


Bibliografia
– R. Gallati, Aarmühle-Interlaken 1838-1988, 1991

Autrice/Autore: Anne-Marie Dubler / msi