Ménières

Com. FR, distr. Broye, situato nell'enclave di Estavayer-le-Lac; (1228: hospitale de Meinires). Pop: 155 ab. nel 1811, 245 nel 1850, 305 nel 1900, 277 nel 1950, 233 nel 1980, 297 nel 2000. Sono stati rinvenuti reperti isolati del Neolitico e tracce di un insediamento romano. Il lebbrosario e la frazione detta dell'Ospedale dipendevano dall'abbazia di Payerne. Nel ME M. apparteneva ai signori de La Molière. Divisa fra diversi proprietari nel XIV sec., la signoria passò nel XV sec. ai signori di Cugy; acquistata da Friburgo nel 1658, fu incorporata nel baliaggio di Estavayer (fino al 1798). In seguito M. fece parte dei distr. di Estavayer (1798-1803), di Surpierre (1803-48) e infine della Broye (dal 1848). La parrocchia di M. è cit. nel 1228; fino al 1796 comprese anche Fétigny. La riscossione della decima nel com. fu all'origine di numerosi conflitti tra l'abbazia di Payerne e Berna. La chiesa, ricostruita nel 1660 e trasformata nel 1937, fu intitolata dapprima a S. Ilario, poi a S. Dionigi. Negli anni 1907-10 a M. venne effettuata la prima ricomposizione parcellare del cant. Nel com. sono attive delle cave di ghiaia, un'officina meccanica e un'impresa di costruzioni e si praticano la coltivazione del tabacco (piantagione dal 1740) e di cereali e l'allevamento (14 aziende nel 2000).


Archivi
– Schedario presso AEF
Bibliografia
– Dellion Dict., 8, 380-400
– G. Guisolan, Ménières, ms. collegio Saint-Michel Friburgo, 1982

Autrice/Autore: Marianne Rolle / frm