26/05/2009 | segnalazione | PDF | stampare

LÚchelles

Com. FR, distr. Broye dal 1848; (1243: Leschieres; antico nome ted. Leitern). Villaggio-strada situato tra Friburgo e Payerne, L. si Ŕ aggregato a Chandon nel 1994. Pop: 174 ab. nel 1811, 222 nel 1850, 271 nel 1900, 311 nel 1950, 289 nel 1980, 503 nel 2000 (con Chandon). Sono stati rinvenuti una tomba del Neolitico e un reperto romano isolato. Nel XII sec. i signori de Belmont costruirono il loro castello sul territorio di L., che nel ME dipendeva dai signori de Montagny. In seguito L. fece parte del baliaggio di Montagny (1478) e dei distr. di Payerne (1798-1803), Montagny (1803-30) e Dompierre (1830-48). L. fu sede di un dazio sul confine con le Anciennes Terres, dove i mercanti friburghesi erano esentati dal pagamento delle tasse. La cappella di S. Giovanni Battista, menz. nel 1427, fu sostituita da un nuovo edificio, consacrato nel 1640 (ricostruito nel 1747 e ampliato nel 1954). Nel 1859 L. subentr˛ a Chandon come sede parrocchiale. A L. si trova la residenza della fam. de Gottrau (metÓ del XVIII sec.), caratterizzata da una facciata decorata a trompe-l'œil da Melchior Eggmann e da carte da parati settecentesche. La stazione ferroviaria (linea Friburgo-Payerne) risale al 1876. All'inizio del XX sec. la coltivazione del tabacco era ancora importante per il villaggio, che ha mantenuto un carattere rurale e nel 2000 contava ancora 18 aziende agricole.


Bibliografia
– Dellion, Dict., 7, 213-225
– H. Sch÷pfer, źPapiertapeten aus der Mitte des 18. Jahrhunderts mit grossformatigen Landschaften╗, in RSAA, 47, 1990, 327-340

Autrice/Autore: Marianne Rolle / gbp