Eppishausen

Castello, villaggio e antica signoria nel com. di Erlen (TG), distr. Bischofszell. Nel 1159 il capitolo di S. Stefano di Costanza vi possedeva un podere. Il castello (attestato dal 1372), così come il diritto di giurisdizione, erano appannaggio del vescovo di Costanza: il primo feudatario noto fu Rudolf von Rheineck. I suoi discendenti vendettero la signoria ai von Helmsdorf nel 1372. I primi ordinamenti com. in forma scritta risalgono al 1447. Nel 1535 E. passò alla fam. von Bernhausen. Dal 1698 al 1798 la signoria appartenne al convento di Muri (con i baliaggi di E., Schocherswil e Biessenhofen), che intraprese un'ampia opera di ristrutturazione del castello. Dopo la soppressione della signoria (1798) fu venduto nel 1812 allo storico della letteratura Joseph von Lassberg, che vi abitò per 20 anni, dal 1818 al 1838. Nel 1961 fu infine acquisito dalle suore della congregazione Bonitas Dei, che ne fecero la propria casa madre; dal 1962 vi gestiscono una casa per anziani e di cura. Nel 1994 vicino all'edificio è sorto un campo da golf.


Bibliografia
– E. Leisi, Geschichte von Amriswil und Umgebung, 1957
– B. Giger, «Gerichtsherren, Gerichtsherrschaften, Gerichtsherrenstand im Thurgau vom Ausgang des Spätmittelalters bis in die frühe Neuzeit», in ThBeitr., 130, 1993, 85 sg.
– «Joseph Freiherr von Lassberg (1770-1855)», in Marbacher Magazin, n. speciale 82, 1998

Autrice/Autore: Verena Rothenbühler / ato