Tägermoos

Vasta zona di ca. 155 ettari nel com. di Tägerwilen (TG), confinante con Kreuzlingen e con Costanza, che ne è proprietaria. In origine appartenne alla parrocchia vescovile di Costanza (Bischöfshöri), passò poi, probabilmente come donazione, al convento di S. Giacomo a Paradies (oggi quartiere di Costanza). Nel 1293 il monastero vendette i pascoli di T. alla città di Costanza, che li sfruttò come beni comuni fin verso il 1800, quando li fece suddividere in parcelle privatizzate destinate all'orticoltura. T. fu anche sede di un patibolo com. (1384-1798). Fece parte del baliaggio di Eggen (1471-1798) come proprietà della città di Costanza. Durante la Repubblica elvetica passò sotto la sovranità sviz., ma formalmente Costanza non rinunciò alla bassa giustizia. Il conflitto venne risolto con un trattato concluso nel 1831 tra il granducato di Baden e il cant. Turgovia. Da allora la città detiene nel T. de iure lo statuto di un com. del cant. Turgovia. Amministra tra l'altro la polizia agraria secondo la legge turgoviese e i passaggi di proprietà secondo quella ted. A Costanza competono inoltre le misurazioni e il catasto. I compiti com. più recenti spettano al com. di Tägerwilen. Nel 2006 sono stati avviati negoziati per un nuovo trattato.


Bibliografia
– A. Leutenegger, «Das Tägermoos», in ThBeitr., 69, 1932, 1-117
– R. Klett, «Ein Kuriosum feiert Jubiläum», in Konstanzer Almanach, 52, 2006, 9 sg.
MAS TG, 7, 35, 40, 76

Autrice/Autore: Erich Trösch / sma