26/09/2016 | segnalazione | PDF | stampare | 

Font

Ex comune FR, distretto Broye, dal 2012 parte del comune di Estavayer-le-Lac; (1011: Font). Pop: 207 ab. nel 1811, 233 nel 1850, 206 nel 1900, 237 nel 1950, 192 nel 1980, 267 nel 2000. Sono stati rinvenuti insediamenti lacustri del Neolitico e dell'età del Bronzo e monete romane. Il castello di F. (regale castellum), che faceva parte dei beni donati nel 1011 dal re Rodolfo III alla fidanzata Ermengarda, fu incendiato dagli Svizzeri nel 1475. La signoria di F., smembrata per costituire la signoria di La Molière (inizio XIV sec.), comprese fino al XV sec. anche il territorio di Cheyres. Nel 1267 Aymon de Blonay conferì i diritti signorili di F. a Pietro II di Savoia. Fino al 1488 gli Estavayer-Chenaux conservarono sul villaggio dei diritti che furono poi ripresi da Friburgo. Nel 1520 F. venne eretto a baliaggio insieme a Châbles e Châtillon, nel 1536 fu unito a La Molière e nel 1608, dopo l'acquisto della signoria di Vuissens, divenne baliaggio di F.-Vuissens. La residenza balivale ebbe sede a F. fino al 1608, quando fu trasferita a Vuissens. In seguito il com. fece parte del distr. di Estavayer-le-Lac (1803-48). I villaggi di F., Châbles e Châtillon divisero i loro beni com. nel 1801. La parrocchia di F., con Châbles, è attestata nel 1228; la cappella di S. Antonio nel XIV sec. La chiesa, dedicata a S. Sulpizio, comprende un coro romanico e una navata del 1560. Dalla fine del XVI sec. fino al 1848 il diritto di collazione spettò al convento dei francescani di Friburgo. Nel 1735 fu istituita una fondazione a favore della scuola. La coltura del castagno è attestata nel XVIII sec. Il tracciato della linea ferroviaria, costruita nel 1878, venne modificato nel 1888. Da agricolo, il villaggio è diventato residenziale.


Bibliografia
– Dellion, Dict., 5, 284-303
– F. Brülhart, «La seigneurie et la paroisse de Font», in ASHF, 8, 1907, 155-284
– B. de Vevey, Châteaux et maisons fortes du canton de Fribourg, 1978, 136-142

Autrice/Autore: Marianne Rolle / gbp