Greifenstein

Signoria, com. giurisdizionale e tribunale di alta giustizia nella valle dell'Albula; (1233: Grifenstein). Deve il proprio nome alla fortezza di G. presso Filisur, risalente al XII sec., centro della signoria omonima che comprendeva le località di Filisur, Bergün, Latsch e Stuls. Dopo essere appartenuto ai signori von Wildenberg, von Werdenberg e von Matsch, nel 1394 passò alla diocesi di Coira, che fece del castello il centro amministrativo della regione. Nel 1537 i diritti vescovili furono riscattati dai com. della giurisdizione di G. (detta pure giurisdizione di Belfort). Alcuni uomini liberi che dipendevano dalla Lega Caddea e appartenevano a G., risiedevano nel quarto esterno di Lantsch/Lenz, Surava e Brienz/Brinzauls, che faceva capo alla giurisdizione di Belfort. I diritti e doveri di questi borghesi esterni furono all'origine di frequenti liti. Oltre a G., l'omonimo tribunale di alta giustizia comprendeva pure il com. giuridizionale di Obervaz e le vicinanze di Obervaz, Stierva e Mutten. Nel 1851 G. e Wiesen formarono il circ. di Bergün; Obervaz fu attribuito al circ. di Alvaschein (ambedue distr. Albula).


Bibliografia
– L. Schmid, Graubünden, 1971, 166 sg.
– O. P. Clavadetscher, W. Meyer, Das Burgenbuch von Graubünden, 1984, 63-65

Autrice/Autore: Jürg Simonett / ato