Leimbach (ZH)

Antica frazione degli ex com. di Enge e Wollishofen e Zivilgemeinde del com. di Enge, sciolta nel 1850/55; (946: Leimbach). Nel 1893 gran parte del territorio di L. fu incorporato nel com. di Zurigo dove con Enge forma il quartiere (Kreis) 2. La comunità di villaggio di L. nella valle della Sihl era costituita dalle frazioni di Ober-L., Mittel-L. e Unter-L. e dagli insediamenti sparsi di Höckler, Frymannhäuser, Hüsli e Ris. Ober-L., che faceva parte del com. di Wollishofen, su richiesta dei suoi ab. nel 1893 fu assegnato al com. di Adliswil. Pop: 50 ab. nel 1666, 168 nel 1850, 173 nel 1900, 2224 nel 1950, 4622 nel 1990. Fino al 1798 L. fece parte del baliaggio zurighese di Wollishofen. Ad eccezione di Ober-L. (parrocchia di Kilchberg) il villaggio faceva capo a Zurigo (parrocchia di S. Pietro). La cappella filiale di Sankt Gilgen è menz. per la prima volta nel 1314 e i diritti di patronato appartenevano alla fam. Manesse. L'edificio di culto fu profanato durante la Riforma. La chiesa rif. del 1899 fu sostituita da una nuova costruzione nel 1968. La chiesa catt. risale al 1950, mentre la parrocchia di Maria Ausiliatrice fu istituita nel 1974. Fino al termine del XVIII sec. L. fu un insediamento agricolo; nel 1789 si contavano 26 fuochi, tra cui 22 agricoltori e viticoltori, tre giornalieri e un insegnante. Nel 1834 fu costruita la caserma dei pompieri, nel 1836 una scuola nel Ris, tra Mittel-L. e Unter-L. L'accessibilità al villaggio era insufficiente. Nel 1517 L. ottenne un diritto di passo invernale sui beni comuni di Wollishofen; una via per il mercato e per la chiesa conduceva attraverso i beni comuni di Brunau. Nel 1892, con l'inaugurazione di un nuovo collegamento stradale con Zurigo e della ferrovia della valle della Sihl, prese avvio lo sviluppo del villaggio, dapprima solo accennato, ma dalla seconda guerra mondiale accelerato, che trasformò L. in un quartiere della città di Zurigo. Nel 1908 venne fondata un'ass. di quartiere e nel 1926 iniziò la costruzione di alloggi com. e in cooperativa, tra l'altro con l'agglomerato residenziale della Leimbachstrasse, realizzato dalla Cooperativa edilizia generale di Zurigo (1926) e con l'agglomerato residenziale della Sonnenhalde (1931).


Bibliografia
– H. Binder, «Wie Oberleimbach vor 100 Jahren zu Adliswil kam», in Blätter der Vereinigung Pro Sihltal, 42, 1992, 11-15
Hundert Jahre Gross-Zürich, cat. mostra Zurigo, 1993, 70-81

Autrice/Autore: Martin Illi / sma