18/10/2016 | segnalazione | PDF | stampare | 

Schwanden (GL)

Nell’edizione a stampa questo articolo è corredato da immagini. È possibile ordinare il DSS presso il nostro editore.

Ex comune GL, dal 2011 forma con Betschwanden, Braunwald, Elm, Engi, Haslen, Linthal, Luchsingen, Matt, Mitlödi, Rüti, Schwändi e Sool il comune di Glarona Sud; (1240: de swando). Situato alla confluenza dei fiumi Linth e Sernf, si estende lungo le strade per Elm, Linthal e Schwändi e costituisce il centro dell'Hinterland glaronese. Sopra il villaggio, a ovest, si trova la frazione di Thon (fino al 1876 una comunità di villaggio indipendente), mentre a sud sorge la bandita di caccia più antica della Svizzera, il Kärpf, istituita nel 1548. Pop: 450 ab. nel 1574, 1148 nel 1763, 2296 nel 1850, 2396 nel 1900, 2920 nel 1950, 3020 nel 1960, 2601 nel 2000.

Sono stati rinvenuti reperti di epoca celtica e romana. I toponimi locali sono in prevalenza di origine alemanna. Nel XIII sec. sulla morena a nord di S. fu costruita la fortezza di Benzigen, già abbandonata pochi decenni dopo. Allo stesso periodo risale la parte in muratura del Turehuus a Thon, la più antica abitazione ancora conservatasi all'inizio del XXI sec. S. costituì un Tagwen sotto la signoria del convento di Säckingen. Sul piano ecclesiastico fece capo a Glarona, fino a quando gli ab. di S. non costruirono una propria chiesa (1349), inizialmente una filiale di Glarona. Dal 1528 la chiesa fu paritetica, nel 1558 venne però abolita la messa. Una statua della fontana raffigurata con la mano alzata in segno di giuramento ricorda che sulla cosiddetta Landsgemeindehoschet dal 1448 al 1623 si tennero la maggior parte delle Landsgemeinden ordinarie, e dal 1623 al 1837 quelle rif. (una settimana prima della Landsgemeinde comune a Glarona). Nel 1753 la chiesa venne notevolmente ampliata dai fratelli Grubenmann. All'inizio del XXI sec. era ancora utilizzata come chiesa rif. dai quattro ex com. limitrofi di Sool, Schwändi, Haslen e Nidfurn. Probabilmente nel 1757 fu costruita a S. una polveriera per la parte rif. del cant., segno dei ripetuti conflitti confessionali. La nuova chiesa catt. fu consacrata nel 1895; nel 1973 fu sostituita da una nuova costruzione. All'inizio del XXI sec. alla parrocchia facevano capo nove ex com.

L'allevamento di bestiame minuto rivestì importanza durante tutto il ME e fino al XVIII sec. Nel XVI e XVII sec. un crescente numero di bestiame grosso venne estivato negli alpeggi; la reale rilevanza del fenomeno per la maggioranza della pop. è tuttavia controversa. Nel XVIII sec. si assistette a uno spostamento progressivo dall'allevamento di bestiame alla produzione di latte e formaggio. Nel 1525 venne aperta sul Guppen una miniera di ferro, abbandonata dopo ca. 30 anni. Nel XVII sec. gli ab. di S. si dedicarono alla tessitura, spec. di panni per metà realizzati in lana (denominati Mätzen), alla produzione di tavoli e tavole d'ardesia e al commercio di calze e berretti di lana. Nel 1680 venne aperta una tintoria. Nel 1740 Peter Blumer introdusse la tessitura del cotone basata sul Verlagssystem. L'industrializzazione prese avvio tra il 1820 e il 1830 con la fondazione di una filanda, la futura Textil AG (fino al 1989), della stamperia tessile Blumer (fino al 1980) e di una tintoria alla robbia. Inoltre si insediò il birrificio Adler, ancora in attività all'inizio del XXI sec. La ricchezza degli industriali tessili del XIX sec. è testimoniata per esempio dalla casa com. e dalle numerose ville appartenute in precedenza a industriali.

Negli anni 1830-40 sorsero diverse istituzioni com., tra cui la scuola secondaria (1830, dal 1838 con un proprio edificio scolastico) e una cassa di risparmio (1834). Un secondo edificio scolastico venne costruito nel 1896. Alla fine del 1839 200 ab. fondarono la Aktienbäckerei, un'ass. mutualistica per la produzione e la vendita di pane. Nel 1853 venne istituita una fondazione di previdenza aziendale per gli operai e gli impiegati della stamperia tessile. Per accelerare l'introduzione della legge glaronese sulle fabbriche (1864), nel 1863 venne fondata la prima ass. degli operai di fabbrica del cant. Nel 1879 S. venne collegato alla rete della Ferrovia del Nord-Est. Nell'ultimo decennio del XIX sec. il com. approvò tre grandi progetti pubblici: la correzione della Guppenruns (1891-1904), la realizzazione dell'impianto di approvvigionamento idrico (1893) e la costruzione della centrale elettrica presso il Niederenbach (1897). Quest'ultima dal 1929 lavora in stretta collaborazione con la Kraftwerke Sernf-Niederenbach AG, fondata lo stesso anno, che negli anni 1930-40 costruì la diga del lago artificiale di Garichte. Nel 1907 fu fondata la fabbrica per apparecchi elettrici Therma AG. In tempi recenti nel quartiere industriale di Tschachen si sono insediate delle fabbriche di materiali sintetici, prodotti in metallo e costruzioni in acciaio, a cui si aggiungono una stamperia e numerose altre imprese artigianali. Nel 2005 il settore secondario offriva il 65% dei posti di lavoro a S.,il terziario il 32%. L'antica struttura insediativa di Thon è rimasta pressoché intatta. All'inizio del XXI sec. S. ospitava edifici di valenza regionale come la casa di cura e per anziani, la scuola secondaria, la piscina situata lungo la Linth e ulteriori impianti sportivi. Tra i compiti dell'ex com. vi era la manutenzione dei suoi estesi boschi di montagna.


Bibliografia
– E. Schmid, Beiträge zur Geschichte der Gemeinde Schwanden mit Berücksichtigung der Nachbargemeinden, 1936
– AA. VV., Schwanden im Glarnerland, 1991

Autrice/Autore: Karin Marti-Weissenbach / sat