18/10/2016 | segnalazione | PDF | stampare | 

Obstalden

Ex comune GL, dal 2011 forma con Bilten, Filzbach, Mollis, Mühlehorn, Näfels, Niederurnen e Oberurnen il comune di Glarona Nord; (1310: Obstalden). Il territorio com. comprendeva il villaggio di O., in posizione intermedia (a 685 m), e le frazioni di Mülital, Voglingen, Nidstalden, Stocken e Walenguflen. Pop: 489 ab. nel 1888, 472 nel 1900, 497 nel 1950, 434 nel 2000. Nel 1406/15 O. fu integrato nell'ordinamento giur. glaronese (Landrecht). Sul piano ecclesiastico dipese da Schänis fino al XIV sec. La chiesa, eretta intorno al 1300 ma menz. la prima volta nel 1444, presenta pitture murali risalenti al XIV e XV sec. Nel 1528 aderì alla Riforma. Nel 1593 vi fu il riscatto dei diritti da Schänis. Intorno al 1400 è documentata per la prima volta la cosiddetta Heimkuhgenossame, la comunità per l'uso collettivo soprattutto dei prati comuni da parte degli ab. che risiedevano a est della gola di Sallern. Nel 1806 Mühlehorn si separò da O. Nel XVII e XVIII sec. si formarono altre due corporazioni (Alte Genossame e Neue Genossame), per lo sfruttamento degli alpeggi. Nel XVII sec. nella regione del Mürtschen si estraeva ferro, rame e argento. L'attività di estrazione riprese negli anni 1848-64 e 1916-20. Nel XVIII sec. era ampiamente diffusa la filatura a mano. L'edificio dell'odierna scuola elementare risale al 1881-82; quello della scuola secondaria al 1961. Dal 1973 è aperta la scuola reale del circondario scolastico per l'insegnamento secondario di Kerenzen-Mollis. Nel 2005 il settore primario offriva il 53% dei posti di lavoro.


Bibliografia
Die Kirche von Obstalden, s.d. [dopo il 1980]
– D. Stauffacher, 100 Jahre Primarschulhaus Obstalden 1884-1984, 1984
– E. Menzi, Die Körperschaften am Kerenzerberg, 1986

Autrice/Autore: Karin Marti-Weissenbach / vfe