Gfenn

Casa dell'ordine di S. Lazzaro, fondata dopo il 1217 presso Dübendorf dal balivo Rudolf III von Rapperswil e attestata dal 1250. Il convento maschile deteneva modesti possedimenti negli immediati dintorni. Al più tardi nel 1368 la congregazione maschile lasciò il posto a un convento femminile, amministrato da Berta von Hünenberg. Sotto la guida del commendatore Johannes Schwarber von Bülach, nominato amministratore dalla congregazione femminile (1414), la casa dell'ordine fu riorganizzata e per un breve periodo divenne particolarmente fiorente. Incendiato dagli Svittesi durante la Vecchia guerra di Zurigo (1444), il complesso fu ricostruito, ma nel 1525 venne abbandonato. Proprietà privata fino al 1957, passò in seguito al com. di Dübendorf. Quando fu secolarizzato il complesso comprendeva la chiesa con campanile, l'edificio conventuale e la foresteria. Nel 1828 lo stabile a due piani del convento fu sostituito da un nuovo edificio. Restaurata nel 1966-67 in seguito a un incendio e rinnovata nel 2001, la chiesa ad aula di epoca romana si distingue per il frontone a gradoni, il coro a pianta quadrata e gli affreschi alle pareti e sul soffitto risalenti alla metà del XV sec.


Bibliografia
– E. Pfenninger, «Von den Anfängen des Lazariterhauses Gfenn», in Heimatbuch Dübendorf, 20, 1966, 3-23
– E. Pfenninger, «Der Männerkonvent im Lazariterhaus Gfenn», in Heimatbuch Dübendorf, 21, 1967, 30-44
MAS ZH, 3, 1978, 563-570
– R. Hugener, «Die Gründung des Lazariterhauses im Gfenn», in Heimatbuch Dübendorf, 58, 2004, 5-26

Autrice/Autore: Peter Ziegler / mdi