11/08/2010 | segnalazione | PDF | stampare | 

Oberurnen

Com. GL; (1340 ca.: Obern Urannen). Villaggio industriale nell'Unterland glaronese, con la parte più antica sul cono di deiezione della Rüfirunse. Pop: 691 ab. nel 1850, 862 nel 1900, 1181 nel 1950, 1811 nel 2000. Insieme a Niederurnen, nel ME O. apparteneva al convento di Schänis ed era tributario del convento di Säckingen. La fortezza del Vorburg, situata su uno sperone roccioso sopra il villaggio, è il rudere più importante del cant. Eretta probabilmente nel 1300 ca. come sede amministrativa asburgica, poi ceduta in pegno a un certo Rudolf Stucki (1369), fu abbandonata al più tardi nel XV sec. Dopo il 1280 O. contribuì alla costruzione della cappella di Mollis, elevata nel 1319 a parrocchiale anche per Näfels e O. I due com. rifiutarono la Riforma: nel 1532 formarono quindi una parrocchia catt. autonoma e nel 1592 costruirono la cappella della Trinità, con arredi di pregio. Nel 1868 O. si separò dalla parrocchia di Näfels e consacrò la propria parrocchiale, dedicata a S. Giorgio. Nel ME i contadini erano dediti soprattutto all'allevamento ovino, sostituito gradualmente da quello di bestiame grosso. Nel 1704 nelle zone di montagna del com. gli alpeggi dello Schwändital vennero suddivisi fra tre corporazioni alpigiane, create dai membri della comunità di O. probabilmente per incrementare la produzione. Nel 1839 O. acquistò l'alpeggio di Sonnenalp. L'industrializzazione prese avvio poco dopo la correzione della Linth con una filanda (1833) e una stamperia di indiane (1836), sostituita nel 1890 da una tessitura della seta (attiva fino al 1974); nel 1887 la Schraner AG aprì un'officina di stampaggio. La scuola del villaggio, costruita nel 1851, fu ampliata nel 1927. Nel 1860 O. costruì con Näfels un edificio scolastico nello Schwändital per gli alunni delle zone di montagna. Nel 1875 il com. fu collegato alla Ferrovia del Nord-Est; nel 1906 entrò in funzione una centrale elettrica. Un altro stabile scolastico fu costruito negli anni 1963-64, la scuola pedagogica diurna nel 1969 (dal 2004 centro di pedagogia curativa del cant. Glarona). La casa com. multiuso fu inaugurata nel 1976. All'inizio del XXI sec. a O. erano attive piccole industrie e numerose aziende artigianali. Nel 2005 dei 266 posti di lavoro nel com. il 21% era offerto dal settore primario, il 31% dal secondario e il 48% dal terziario. La fusione di O. con Bilten, Filzbach, Mollis, Mühlehorn, Näfels, Niederurnen e Obstalden entrerà in vigore nel 2011.


Bibliografia
– I. Tschudi-Schümperlin, J. Winteler-Marty, Glarner Gemeindewappen, [1941], 167 sg.
Glarner Nachrichten, 20.2.1976 (suppl.)
Oberurnen, 1978 (opusc. del comune)

Autrice/Autore: Karin Marti-Weissenbach / vfe