Thal (SO)

Distr. SO dal 1988, comprendente i nove com. della valle della Dünnern e del Guldental. Pop: 6640 ab. nel 1850, 8434 nel 1900, 13'689 nel 1950, 14'065 nel 1970, 12'773 nel 1980, 14'038 nel 2000. Fino al 1798 rappresentava la parte principale del baliaggio di Falkenstein. Parte del distr. elvetico di Balsthal (1798) e poi del distr. (Oberamt) di Balsthal (1803), dal 1831 formò una propria circoscrizione elettorale con due giurisdizioni (Balsthal e Matzendorf ) e nel 1841 prese il nome di Balsthal-T. La regione rimase a lungo agricola, sebbene negli anni a cavallo del 1800 vi si insediarono le prime aziende industriali del cant. (impianti per la lavorazione del ferro della Von Roll a Klus, Aedermannsdorf e Gänsbrunnen e una fabbrica di porcellane ad Aedermannsdorf). Verso la fine del XIX sec. la Von Roll a Klus si espanse; la fabbrica di pasta di legno (in origine un mulino) fu trasformata in cartiera e le aziende artigiane produttrici di orologi (Welschenrohr) e pettini (Mümliswil) vennero sostituite da stabilimenti industriali. Negli anni 1970-80 il distr. di T. fu duramente colpito dalla crisi economica, che causò un calo demografico. Nel 2009 il T. è stata la prima regione sviz. a ottenere il marchio parco naturale regionale.


Bibliografia
– W. Hafner, Wenn du im Thal aufgewachsen bist, so lässt dich diese Gegend dein ganzes Leben nicht mehr los, [1981]
– G. Vogt, Sommer 1940, a cura di A. Vogt, M. Gasser, 2000

Autrice/Autore: Albert Vogt / vfe