Matt

Consulti questa voce sul nuovo sito web del DSS (versione Beta)

Ex comune GL, dal 2011 forma con Betschwanden, Braunwald, Elm, Engi, Haslen, Linthal, Luchsingen, Mitlödi, Rüti, Schwanden (GL), Schwändi e Sool il comune di Glarona Sud; (1273: Mattun). Uno dei tre villaggi (quello mediano) della valle della Sernf, situato all'imbocco del Krauchtal e comprendente l'insediamento d'altura di Weissenberge. Pop: 257 cittadini glaronesi di sesso maschile nel 1777, 659 ab. nel 1850, 690 nel 1900, 622 nel 1950, 381 nel 2000. Tra il 1261 e il 1273 la badessa di Säckingen fece costruire una cappella che nel 1273 divenne la chiesa parrocchiale della valle e oggi è utilizzata per il culto rif. da M. ed Engi. Nel 1528, quando era pastore Fridolin Brunner (1527-30), amico di Ulrich Zwingli, si verificarono episodi di iconoclastia. Con il villaggio di Engi M. formava la circoscrizione elettorale unica di M., denominata dal 1603 M.-Engi. L'agricoltura di sussistenza sopravvisse particolarmente a lungo sui Weissenberge. La segheria, l'impianto di follatura e il mulino risalgono al 1767. Una scuola esisteva già nel XVII sec.; nel XVIII e XIX sec. alcuni parroci gestirono ist. privati. La filanda fondata nel 1867 dalla fam. Spälty, chiusa nel 1967, viene oggi utilizzata come alloggiamento militare (ospita fino a 500 soldati). Nel 1905 M. fu collegato alla rete dei trasporti pubblici attraverso la ferrovia della valle della Sernf e nel 1969 con un servizio di bus. Dal 1967 i Weissenberge sono collegati a M. tramite una funivia. All'inizio del XXI sec., l'attività agricola si basava quasi esclusivamente sull'economia lattiera. I Weissenberge hanno conosciuto un modesto sviluppo turistico. Dal 1861 M. fu sede della scuola secondaria della valle della Sernf; dalla metà del decennio 1970-80 ospita gli alunni del ciclo superiore di tutta la valle, mentre quelli di scuola elementare si recano a Engi. Dal 1887 M. dispose di un proprio collegio elettorale; nel 1989 fu accorpato con Engi ed Elm nel circondario elettorale della valle della Sernf. Nel 2005 il settore primario offriva un quarto dei posti di lavoro a M.


Bibliografia
– R. Zwicky, «Aus den 700 Jahren der Matter Kirche», in Neujahrsbote für das Glarner Hinterland, 1975, 7-28

Autrice/Autore: Karin Marti-Weissenbach / ato