• <b>Buchegg (castello)</b><br>La torre, utilizzata come prigione, e la cantina della famiglia del patriziato cittadino solettese dei Grimm; acquerello realizzato nel 1670 da  Albrecht Kauw (Bernisches Historisches Museum) © Foto Stefan Rebsamen.

Buchegg (castello)

L'odierno piccolo castello di B. nel com. omonimo situato dove un tempo sorgeva la residenza dei conti von B.; questa fortezza, menz. per la prima volta nel 1267 (sub castro Buhecke), venne bruciata dai conti von Kyburg nel 1383. Nel 1546 Soletta fece costruire al suo posto una torre a pianta quadrata con un alto tetto a padiglione, utilizzata come prigione fino al XVIII sec. Privatizzato nel 1863, il complesso fu trasformato nella Fondazione del castello di B. nel 1938. Dopo il restauro del 1956, il castello divenuto sede di un museo regionale.

<b>Buchegg (castello)</b><br>La torre, utilizzata come prigione, e la cantina della famiglia del patriziato cittadino solettese dei Grimm; acquerello realizzato nel 1670 da  Albrecht Kauw (Bernisches Historisches Museum) © Foto Stefan Rebsamen.<BR/>
La torre, utilizzata come prigione, e la cantina della famiglia del patriziato cittadino solettese dei Grimm; acquerello realizzato nel 1670 da Albrecht Kauw (Bernisches Historisches Museum) © Foto Stefan Rebsamen.
(...)


Bibliografia
– P. Ltt, Buchegg und die Buchegger, 1984
– P. Ltt, Bucheggberg, 1994
– R. M. Kully, Solothurnische Ortsnamen, 2003, 232 sg.

Autrice/Autore: Othmar Noser / ddo